Crea sito

[TRAD ITA] Chicken Noodle Soup by J-Hope ft. Becky G.

 

 

Lascio che piova, e me ne libero.

Zuppa di pollo con noodles,
Zuppa di pollo con noodles,
Zuppa di pollo con noodles,
Con insieme una bibita [x2]

Da Gwangju, una banda di voi-sapete-cosa
Geum-nam via Choong-jang, questo è il mio Harlem.
Mi sono unito ai NEURON, saltavo con il mio gruppo
Mi sono innamorato della danza, stacanovista, ogni giorno.
Ho passato la mia adolescenza stando sveglio tutta la notte, ecco come è andata.
La mia altezza si misura con la danza, va tutto bene
L’intenzione di realizzare una grande visione
Il ragazzino che guida il sogno
I passi che pestano sul ritmo.
Popping, Locking, Hopping, Tutting, Dougie, Flexing*, con swag
Li faccio ancora tutti i giorni, il prima possibile
Per me stesso.
Mi prendo sempre a bastonate, le carote sono sui trofei
Scommettendo sulla mia vita, ballare è il mio stipendio
Hope on the street, adesso è semplicemente il mio modo d’essere.

Con a fianco Becky G
Splendo ogni giorno

[Becky]
Proviamo sempre amore
Per il posto da dove veniamo
Quindi facciamogli sapere cosa succede
Non importa dove andiamo
Ritorniamo in questo posto chiamato casa (baby)
Adesso che lo sai
Lascia che ti veda.

Zuppa di pollo con noodles,
Zuppa di pollo con noodles,
Zuppa di pollo con noodles,
Con insieme una bibita [x4]

[Becky]
Noodles con pollo o pollo con spaghetti
nessuna di queste donne ha il flow che ha Becky
Latino Americana, sono di qui
Faccino da Santa però Pazza
Che mi vai a dire
Se tu l’hai già visto
Dove sono nata non pensavano che una donna sarebbe arrivata ad eccellere
Cosa farai? Cosa farai? [X4]
Guardando indietro
Luci, telecamera, azione!
Decisamente la migliore della scena
Si dice in giro che abbiamo fatto reagire le persone
La gente che ci critica semplicemente mi fa pena.
Proviamo sempre amore
Per il posto da dove veniamo
Quindi facciamogli sapere cosa succede
Non importa dove andiamo
Ritorniamo a questo posto chiamato casa (baby)
Adesso che lo sai
Lascia che ti veda.

Lascio che piova, e me ne libero [x4]
Prendiamocelo [x8]
Lascio che piova, e me ne libero [x2]

Zuppa di pollo con noodles,
Zuppa di pollo con noodles,
Zuppa di pollo con noodles,
Con insieme una bibita [x4]

*sono nomi di stili di danza.

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (Fab)
Prendere solo con crediti.

 

[TRAD ITA] SEOUL TOWN ROAD (Lil Nas X, RM )

Si, Porterò il mio cavallo sulla strada di Seoul
Cavalcherò fino allo sfinimento
Porterò il mio cavallo sulla strada di Seoul
Cavalcherò fino allo sfinimento
(Kio,Kio)

Ho i cavalli alle spalle
La bardatura è salda
Il cappello è nero opaco
I miei stivali neri gli si abbinano
Cavalcando un cavallo, ah
Continua a cavalcare la tua Porsche
Io sono stato nella Valle
tu non ti sei mai allontanato dalla tua veranda, ora

Nessuno può dirmi nulla
Tu non puoi dirmi nulla
Nessuno può dirmi nulla
Tu non puoi dirmi nulla

Ho le zappe nella borsa* (si)
Lo sapevi?
Le zappe in ferro, dalla Corea, sono le miglio-o-ri
Cavalcando verso la fattoria (Huh)
raccogliendo tutto il mais (Huh)
Ci prenderemo i tuoi soldi con le mie zappe nel tuo giardino*

Nessuno può dirmi nulla
Tu non puoi dirmi nulla
Nessuno può dirmi nulla
Tu non puoi dirmi nulla

Si, Porterò il mio cavallo sulla strada di Seoul
Cavalcherò fino allo sfinimento
Porterò il mio cavallo sulla strada di Seoul
Cavalcherò fino allo sfinimento

*Nel testo originale: RM gioca con le parole omofone “호미” (Ho-mi, una zappa tipica coreana) e “homie” (Slang inglese per amico). Il gioco di parole rimane intraducibile in italiano.

Il verso “Ci prenderemo i tuoi soldi con le mie zappe nel tuo giardino” (in originale “We gon’ get yo’ money with my homi in your backyard”) si riferisce al fatto che la rivista Quartz ha definito questa zappa come “il più famoso oggetto per il giardinaggio della primavera 2019”

SPOTIFY

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (Bea)
Prendere solo con crediti.

I BTS E LA MITOLOGIA: LA CULTURA POP INCONTRA LA TRADIZIONE

I BTS a cavallo dell’Haetae
(Fonte: choi_bts2)

I BTS lo hanno fatto di nuovo. Lo scorso 6 gennaio si sono esibiti alla 33esima edizione dei Golden Disk Awards con le loro due hit più recenti “Fake Love” e “Idol”, portando sul palco tutta la loro energia e passione.

L’esibizione si è aperta similmente a quella dei Melon Music Awards, con i volti dei ragazzi coperti dalle oramai ben conosciute maschere, e con i polsi bloccati da dei nastri bianchi, tutto riconducibile alla perdita di sé stessi a favore di una relazione oramai tossica che ti aliena e annulla, rendendoti una bambola senza anima. L’introduzione viene poi susseguita dalla ormai famosissima Fake Love, che continua questa narrazione dai toni dark tramite il suo testo e la sua coreografia eseguita, come al solito, alla perfezione.

La performance dei BTS continua poi con Idol, una canzone che mostra tutto l’attaccamento che il settetto ha per la propria cultura, soprattutto all’interno della base della canzone, che vede elementi della musica tradizionale coreana mischiarsi ad elementi più moderni, per creare una canzone dai toni felici (in totale contrasto con fake love) e che celebra un Paese ricco di storia e cultura.

 

Un’ulteriore conferma dell’attaccamento del gruppo alle proprie radici è data dall’enorme scultura che accompagna la loro seconda entrata sul palco. Per questa seconda parte della performance, i ragazzi arrivano sul palco a cavallo di un enorme Haetae, una creatura mitologica appartenente alla tradizione coreana. Tradizionalmente, l’Haetae (conosciuto come “xiezhi” in cinese) è in grado di discernere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, oltre ad essere simbolo di giustizia, ed è rappresentato come un leone con un corno sulla testa. Un altro ruolo tradizionalmente riconosciuto all’Haetae è quello di protettore contro i disastri naturali. Per questo motivo, questa figura mitologica è stata incorporata nell’architettura di Seoul durante la dinastia Joseon. Nel 2009, inoltre, la città di Seoul ha deciso di adottare l’Haetae come simbolo della città.

 

Secondo il direttore artistico del JTBC Team, Yoon Jinhee, la scelta di utilizzare la figura dell’Haetae durante l’esibizione dei BTS è stata fatta come simbolo della carriera dei ragazzi: “abbiamo pensato che la carriera dei BTS, che è sempre andata nella giusta direzione e che li vede essere attivamente presenti nella creazione della loro musica, e la figura dell’Haetae fossero adatte l’una all’altra. Inoltre, i BTS ricordano la figura dell’Haetae in quanto proteggono, confortano e danno energia ai fan tramite la loro musica. Per rappresentare l’impatto globale dei BTS e il loro percorso, abbiamo deciso di far entrare i BTS a cavallo di un Haetae”. Il direttore artistico ha poi aggiunto “attraverso il prisma e la luce abbiamo voluto rappresentare l’infinita forza che la musica possiede nell’espandersi senza fine, non avendo né limiti né confini. La scenografia rappresenta l’influenza e la popolarità che i BTS hanno, riuscendo a trascendere barriere linguistiche, età ed etnie”.

 

In tutto, ci sono volute due settimane per creare questa gigantesca scultura dal notevole peso di 1.5 tonnellate, lunga 10 metri e alta 4. La sicurezza degli artisti, ovviamente, è stata la priorità numero uno. Il direttore artistico ha affermato “Dopo aver dato forma alla statua, abbiamo aggiunto maniglie e barre di sicurezza. Il tutto è stato rifinito con del materiale ignifugo. Nell’ideare i gradini abbiamo preso in considerazione l’aspetto della sicurezza. La sicurezza degli artisti era la nostra priorità”.

La performance è stata arricchita dalla presenza di 100 ballerini che hanno occupato il resto del palco.

 

L’esibizione dei BTS ai Golden Disk Awards di quest’anno è un’ulteriore prova di quanto il gruppo sia legato al proprio paese e alla propria cultura, dimostrando anche che la cultura pop può essere fusa a quella più tradizionale senza che quest’ultima venga snaturata.

Il percorso intrapreso dai BTS per celebrare le loro origini ci rende felici ed orgogliosi, facendoci sperare che sempre più artisti in tutto il mondo decidano di celebrare orgogliosamente le loro origini e la loro cultura.

Articolo a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (©Bea)
Prendere solo con crediti

Fonti:

BTSARMY_Salon + choi­_bts2 + JK_Glitters

[TRAD ITA] Daesang – I Discorsi di Ringraziamento per Artist e Album of the Year

DISCORSI  DI RINGRAZIAMENTO PER ARTIST OF THE YEAR 

SUGA:

ARMY! Grazie mille, voglio ringraziare prima di tutto voi, Bang Sihyuk PD e tutto lo staff della Big Hit che ci avete sempre supportato. Sono successe un sacco di cose quest’anno. A dire il vero, sono successe un sacco di cose sin dal nostro debutto. Mi chiedevo sempre perché ricevere un premio ci mettesse sempre così tanto alla prova, ma alla fine tutto questo ci ha permesso di crescere e ha portato a molte belle cose. A tutti coloro che ci seguono sin dall’inizio e a chi ci segue da poco: grazie.

Lascio la parola agli altri

JUNGKOOK:

Sono davvero felice di aver vinto il premio “artista dell’anno”, e voglio ringraziare tutti voi per averlo reso possibile. Ci sono delle persone in particolare che vorrei ringraziare per questo premio. Come sempre, ringrazio i parrucchieri,  make up artist  e costumististi che hanno lavorato coni, che hanno respirato la stessa aria, mangiato e dormito con noi; i nostri fotografi che si occupano delle nostre foto e che per farlo si svegliano anche prima di noi e lavorano sodo fino al poco prima di addormentarsi; i nostri manager, grazie mille ancora. Ci sentiamo un po’ a disagio a dire queste cose, quindi non lo facciamo spesso, ma vederli lavorare sodo affianco a noi ci dà la forza e la speranza per stare insieme e continuare a lavoreare duramente. Grazie mille e a voi ARMYs,  grazie, vi adoro!

JHOPE:

ARMY!!

Ah,finalmente ho in mano il premio! Quest’anno sono successe un sacco di cose. Abbiamo fatto un tour mondiale e siamo tornati a casa avendo imparato un sacco di cose. Su questa terra ci sono così tante persone diverse tra loro,  così come scambi che danno vita a differenti tipi di amore. questo è l’anno in cui ho provato, vissuto e studiato tutto questo. Sono così fiero e felice in questo momento. Non molto tempo fa, ho espresso la mia gratitudine ai nostri sunbaenims, ma ora, in qualche maniera e con anni di lavoro, noi stessi siamo diventati dei sunbae. Vorremmo diventare un buon esempio e motivo di forza per molti artisti. Davvero, granzie infinitamente!

TAEHYUNG:

sarò breve. Prima di tutto, grazie a tutti per averci reso i Bangtan Sonyeondan che siamo oggi. Il motivo per cui siamo stati in grado di mettere insieme un’esibizione come questa, ricevere questo premio e di essere su questo palco… tutto questo è solo grazie ai nostri ARMYs. Spero davvero che la parola “felicità” sia con voi per l’eternità. Grazie mille

JIMIN:

Ah… non so perché sto piangendo così tanto. Voglio ringraziarvi di cuore per essere la ragione che ci spinge ad andare avanti tutti i giorni. Grazie per essere il nostro tutto. Siamo felici perché voi siete qui. Non voglio prolungarmi troppo. Vi ripagheremo di questo premio l’anno prossimo! Grazie!

 

DISCORSI DI RINGRAZIAMENTO PER ALBUM OF THE YEAR

NAMJOON:

Buonasera a tutti, siamo i BTS. Prima di tutto, vorrei iniziare ringraziando gli ARMY che ci hanno supportato. Abbiamo appena concluso la nostra esibizione e i nostri cuori battevano all’impazzata dal nervosismo. Nel 2004, l’anno dell’apertura della piattaforma MELON, ricevetti un volantino per uno “streaming club” proprio in promozione della piattaforma. Oggi, 14 anni dopo, abbiamo vinto il premio “miglior album dell’anno”, ed è un grande onore. In un’era in cui la musica viene consumata come un prodotto istantaneo e in cui gli album non sono necessariamente prodotti per le persone, è davvero fantastico che le persone spendano i loro soldi per acquistarli (gli album). È davvero una cosa molto bella ed importante. In un’era in cui gli album potrebbero non possedere più un significato, dalle nostre intro ai nostri outro, passando per gli skit, voglio ringraziarvi per aver amato i nostri “figli” che, uno ad uno, sono stati creati con molta cura.

JIN:

il momento più felice, nervoso ed emozionante per me risale all’anno scorso, quando abbiamo ricevuto il Daesang al MELON. Sono così felice di poter condividere un altro Daesang con gli ARMY. Da qui in poi, pregherò sinceramente per la felicità di tutti i nostri fan e di tutti.

JIMIN:

grazie mille dal profondo del mio cuore. Ricevendo questo premio, le persone che vorrei ringraziare maggiormente sono il nostro CEO, Bang SiHyuk, i nostri manager e i membri dello staff, che ci hanno seguiti per questi 7\8 anni e ci hanno visto crescere ed arrivare fino a qui. Mi chiedo cosa loro pensino di noi. Grazie davvero per averci accompagnati fino a qu. Per ringraziarvi di quanto voi ci abbiate aiutato a crescere, noi continueremo a crescere e ad andare avanti, partendo da questo momento.

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (©Bea)
Prendere solo con crediti


Fonte: Twitter  
JK_Glitters  / Twitter  cafe_army

[TRAD ITA] RM – Seoul

Sentendo l’aria fredda del mattino, inconsciamente apro gli occhi
Ormai sono così abituato
all’armonia di questa città

I ricordi di quando ero bambino ormai sono distanti,
e anche se la città è piena di palazzi e macchine,
Questa è casa mia ora
Seul, Seul

Perché la tua pronuncia è così simile a “soul”?
Che anima possiedi?
Cos’è che mi fa rimanere al tuo fianco?
Anche se non hai nessun ricordo di me
Io sono così stufo di te
te, con la tua espressione grigio cenere, la stessa ogni giorno
no, no, sono spaventato da me stesso
perché ormai sono diventato parte di te

Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul

L’autobus, dal quale il paesaggio cambia anche se io rimango fermo,
e i palazzi che sembrano sempre uguali, ma leggermente differenti
il profumo di vita, che a tratti sembra ripugnante, a tratti no
e i freddi parchi che fanno finta di essere accoglienti
Le persone che vagano di continuo, e
L’Han River che porta con se troppo dolore e
Le altalene che non sono in grado di guardare il cielo da sole,
con i bambini che ormai sono cresciuti.

Gli amici in ritardo,
che con facilità dicono di volersene andare appena possibile,
Provo ad annuire ma non riesco a sorridere
Per quanto io non voglia ammetterlo,
Ormai amo anche i tuoi aspetti ripugnanti e detestabili
Amo l’odore di pesce del ruscello Cheonggyecheon
Amo la desolazione di Seonyudo
Anche i sospiri di quel tassista
Che mi disse che si tratta di una bella città in cui vivere se si hanno i soldi

Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul

Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul

Vivo
Vivo in te
Vivo
Vivo in te
Seul

Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul

Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti amo Seul
Se amore e odio sono la stessa parola, ti odio Seul

Ti amo Seul
Ti odio Seul
Ti amo Seul
Ti odio Seul

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia | @btsitalia_twt. Prendere con crediti.

[TRAD ITA] RM – Badbye feat. eAeon

È un’amara separazione, non un dolce addio
È un’amara separazione, non un dolce addio
È un’amara separazione, non chiamarlo dolce addio
Un’amara separazione, una menzogna
Un’amara separazione

Uccidimi, uccidimi dolcemente
Uccidimi, uccidimi dolcemente
Uccidimi, uccidimi dolcemente
Distruggimi in tanti piccoli pezzi

Uccidimi, uccidimi dolcemente
Uccidimi, uccidimi dolcemente
Uccidimi, uccidimi dolcemente
Distruggimi in tanti piccoli pezzi

E ci provo, io e te
Uno sforzo inutile, io e te
E piango, tu sai perché
Piango, tu sai perché

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia | @btsitalia_twt. Prendere con crediti.