Crea sito

10 Situazioni in cui i BTS hanno dimostrato che sono la Boy Band definitiva (parte 1/2)

Il 2017 è stato l’anno in cui sono esplosi negli Stati Uniti

di Taylor Glasby

bts

E’ difficile immaginare che tu non sia stato testimone, anche minimamente, del modo in cui i BTS hanno preso il comando degli Stati Uniti. Il settetto sudcoreano tutto al maschile è diventato velocemente un nome familiare, e che sia per riportarne un cambio di colore di capelli o per esaminare come un gruppo K-Pop abbia finalmente sbancato il mercato americano, tutti stanno parlando dei Bangtan Sonyeondan.

Debuttati nel 2013, i rapper e vocalist dei BTS hanno affinato la loro musica eclettica e le coreografie che fanno restare a bocca aperta in pubblicazioni che vendono milioni di copie, e il mondo intero sta finalmente realizzando ciò che la loro devota fandom, ARMY, sa da anni – ossia che i BTS sono unici nel loro genere.

Il 2017 si è dimostrato una montagna russa per RM, Jin, Suga, J-Hope, Jimin, V e Jungkook, per cui vi estrapoliamo 10 importanti momenti che hanno consacrato la loro ascesa alla dominazione della cultura pop americana.

 

Il WINGS Tour Americano

Per citare una famosa frase de “Lo Squalo”… “Ti servirà una barca più grande.” Solo che non c’era una barca più grande, o sede, per ospitare i migliaia di fan che si persero il biglietto per le date completamente esaurite di marzo/aprile del WINGS Tour USA. In quel periodo, il gruppo non aveva quasi avuto contatti con la stampa americana, ma dovette comunque aggiungere date sia in New Jersey che a Los Angeles. Si esibirono in cinque show, per un totale di 60,000 ARMYs, e uno dei momenti più toccanti fu quando RM, durante il suo assolo “Reflection”, giunse alla parte del testo “Mi piacerebbe riuscire ad amarmi”, al quale l’intera arena cantò di rimando “noi ti amiamo!”. Passando ad argomenti più leggeri, speriamo che le vostre retine siano sopravvissute allo show perchè i BTS usano giacche glitterate, non mettete in dubbio il loro approccio “facciamo le cose in grande o non facciamole proprio” riguardo alla roba sbrilluccicosa.

 

Il Crescente Interesse Verso Di Loro Sui Social

Ultimamente sembra che gli analisti di Twitter debbano piangere quando i BTS twittano perchè, come dimostrato da Jin che paragona la candela stortignaccola sulla sua torta di compleanno al suo dito ancora più stortignaccolo, hanno un seguito di livelli assurdi.

Questo non è successo per caso – da quando hanno aperto il loro account il 17 Dicembre 2012, hanno postato quasi 10,400 volte, cercando un contatto per condividere selfie, video, musica e messaggi dal cuore con i loro fan. Certo, alcuni membri (ciao, Jimin) sono più attivi di altri, ma quest’anno hanno ottenuto la corona di celebrità più twittate e rotto il record di connessioni Twitter (uno sbalorditivo 252,231 per tweet), e assolutamente nessuno ne è sorpreso.

 

La Loro Partecipazione Ai Premi Billboard

gettyimages-6867749181

Dato il potere sui social che i BTS possiedono, la loro vittoria a valanga come Best Social Artist ai Billboard Music Award era prevista. Anche la cerimonia in sé è stata un momento propulsore per la carriera dei BTS, un momento che si sono guadagnati pienamente per come si sono lavorati il tappeto rosso. E mentre tutti impazzivano per i BTS, Suga era occupato ad avere il suo momento da fan incontrando Lil Wayne e Nicki Minaj mentre andava in bagno e RM, all’oscuro del fandom, di soppiatto rivelava il nome della successiva serie nel loro discorso di accettazione, regalandoci una reazione da Jungkook che non ha prezzo.

https://giphy.com/embed/3o6fJeV4ziJiNUBY7C via GIPHY

 

#MrWorldwideHandsome

Il K-Pop, e i BTS, sono una miniera d’oro di meme e gif. Jin, conosciuto anche come il Terzo da Sinistra o #MrWorldwideHandsome, è diventato viral più di una volta durante le passerelle sul tappeto rosso dei BBMA e degli AMA. Le sue armi sono i baci volanti e le battute sceme, e se te le becchi entrambe, finisci KO, tesoro. Certo, non è l’unico perfetto da condividere: nei primi anni, a Jungkook è stato assegnato il titolo di “Jungshook”, grazie alle sue espressioni sconvolte. Le abilità multilinguistiche di RM sono state rispolverate nel gestire la stampa, per cui quand’è stato il momento per gli altri di fare la loro parte, non ha lasciato loro scampo. All’Ellen Show Taehyung è diventato il nuovo meme sul tè, Suga e J-Hope hanno regalato una scottatura da sarcasmo a lungo termine durante un’intervista in cui RM ha detto che non erano granchè in inglese, mentre Jimin ha usato il 2017 per continuare la sua nobile crociata a colpi di whiplash e commoventi hairflips*. Si, sono cose che esistono.

 

Tutti Quegli Show Online In Più

I ragazzi restano sempre presenti nella mente e nel cuore degli ARMY con una sfilza di show online, dai dietro le quinte detti “Bangtan Bombs” e “Episodes” al loro programma “Run BTS!”. E’ una fonte infinita di contenuti ma alcuni vecchi spezzoni rimangono degli imperdibili per i nuovi fan, come la pazienza di J-Hope distrutta da V e Jimin. Ciononostante, quest’anno i BTS si sono diretti alle Hawaii per la seconda stagione dell’avventuroso “Bon Voyage” (dove l’abbronzatura di Jungkook fu origine di una foto talmente brutta-bella che perfino i suoi compagni non gli danno tregua) e hanno girato 21 episodi di Run BTS! In cui sfidano zombie, creano i loro skit e competono l’uno contro l’altro, a volte con risultati esilaranti, come sulle slitte nello Snow Park, in cui nessuno è andato da nessuna parte. Attenzione: una volta che inizi a guardare, è finita. Ne sei dipendente.

 

*NdT: Intraducibili in italiano, Whiplash sono tipo le frustate che Jimin fa con il collo, e gli Hairflips quando si porta i capelli all’indietro con la mano.

Articolo originale: Teenvogue

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia | @btsitalia_twt
Preghiamo di prendere solo con i crediti.

I BTS svelano l’album ‘Love Yourself: Her’ e il video di ‘DNA’

Love Yourself: Her  è il primo album dei BTS da You Never Walk Alone, uscito a febbraio, ed è anche il primo da quando il gruppo si è portato a casa il premio Top Social Artist ai BBMA del maggio di quest’anno.

L’album è una duplice esplorazione delle tendenze electro-pop e hip-hop del gruppo, guidato dal singolo ‘DNA’ una traccia solare con un motivetto fischiettato.
Utilizzando accordi dinamici, drop improvvisi, e il fischiettìo un po’ ‘Kill Em With Kindness’ di Selena Gomez, ‘DNA’ è uno dei singoli più allegri pubblicati dal gruppo da un po’ di tempo a questa parte.

Ispirato dalla passione dell’amore giovanile, la canzone bilancia potenti elementi EDM e armonie più morbide, un ritornello carico di auto-tune e un rap pulsante che sfocia in versi melodici che concedono ai vocalist l’occasione di esibire i lati più dolci del testo. “Noi due siamo collegati dal destino fin dall’inizio, e siamo uniti dal DNA” cantano i membri.

Calza a pennello lo sfolgorante video di accompagnamento, arricchito dalle immagini di DNA vero e proprio, mentre i BTS ne imitano la struttura chimica attraverso la coreografia.
A differenza di molti altri loro video, “DNA” è privo di qualsivoglia trama e invece presenta i ragazzi che si esibiscono, inondati da tonalità vibranti su diversi set, intensificati in CGI.
Spaziando da complessi passi spazza-pavimento a giocose alzate di spalle, il video si avvicina al finale con la sensuale guida di V al ritornello in cui il resto dei vocalist del gruppo si unisce a lui nella teatrale chiusura che vede protagonista il canzonatorio “la la la” di J-Hope.
Love Yourself: Her contiene 11 tracce totali, compresi skit e due tracce nascoste presenti nell’album fisico.
“Best of Me”, scritta in collaborazione con Andrew Taggart dei The Chainsmokers e la traccia a metà album “Skit: Billboard Music Awards” che riporta il discorso di Rap Monster alla cerimonia di premiazione, sono accompagnati nell’album, diviso in due parti, da una varietà di altri stili.

La prima metà di Her, che consiste nella melodica “Intro:Serendipity”, “DNA”, “Best of Me”, la raffinata “Dimple” e la scherzosa “Pied Piper”, brano dedicato al potere che i ragazzi esercitano sui loro ARMY, contiene tracce dance che enfatizzano le voci del gruppo. Ma dopo lo Skit, arriva in tutta la sua forza il lato hip-hop della band, con una “MIC Drop” satura di bassi, una “Go Go” tinta di reggae e la suadente “Outro:Her”, per elargirci una potente esibizione rap.

A fronte della sua uscita, Love Yourself: Her è volato in cima alle chart statunitensi di iTunes, promettendo bene per il futuro del gruppo nelle classifiche locali, mentre i fan attendono impazienti di vedere se riuscirà a battere il record di Wings nei 200 Billboard che l’anno scorso è diventato, facendo capolino al 26esimo posto, l’album K-pop classificatosi più in alto finora.

Articolo originale: Billboard

Traduzione a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia | @btsitalia_twt

Preghiamo di prendere solo con tutti i crediti.

I BTS Rappresentano il Passaggio Tra il Presente ed il Futuro del K-pop

Di Diyana Noory ~ Jun 6 2017, 3:46pm 

I testi K-pop tendono ad andare sul sicuro, ma le canzoni dei BTS affrontano temi che trattano di cyberbullismo, suicidio, oltre a criticare la violenza della polizia. 

La band K-pop dei BTS simboleggia non solo la globalizzazione della musica ma in generale anche l’impatto di Internet sul successo (del genere) pop. Il mese scorso sono diventati il ​​primo gruppo K-pop  a vincere un premio ai Billboard Music Award, rompendo cosí la serie dei sei anni consecutivi di Justin Bieber nel collezionare il premio come Top Social Artist. La fama è stata ben meritata; nell’ultimo anno hanno mantenuto per 31 settimane il 1° posto nei Billboard Social 50 ed i loro fans hanno twittato l’hashtag #BTSBBMAs più di 320 milioni di volte.

Dalla loro apparizione ai BBMAs, i nomi dei BTS sono comparsi sulla prime pagina dei grandi mezzi di comunicazione con introduzioni riguardanti il gruppo. I membri del gruppo sono Jeon Jungkook, Jung “J-Hope” Hoseok, Kim “Jin” Seokjin, Kim “Rap Monster” Namjoon, Kim “V” Taehyung, Min “Suga” Yoongi e Park Jimin. BTS significa Bulletproof Boy Scout, e sono anche conosciuti come Bangtan Boys. Proprio come altri popolari gruppi K-pop, il loro fanbase A.R.M.Y. è enormemente responsabile per il loro riconoscimento globale. È stata la promozione dei fan del gruppo che ha fatto ottenere loro il premio come Top Social Artist, ed i fan si sono anche uniti per far si che fossero invitati a partecipare ai BBMAs. La petizione dei fan ha ricevuto più di 100.000 firme, e successivamente ad un tweet i loro desideri sono stati esauditi. Il primo premio americano dei BTS ed il successo del loro album Wings nelle classifiche di Billboard segnano nuove vette per il gruppo.

Per tutti i confronti che le persone fanno con altri gruppi, non esiste un equivalente occidentale ai BTSsono un fenomeno completamente nuovo. Il successo dei sette ragazzi non sta solo superando tutti i records ma anche tutti gli stereotipi ed i limiti, oltre a trovare il successo in tutto il mondo senza incarnare l’ideale della star anglo-pop. Mentre alcuni atteggiamenti etnocentrici degli ascoltatori occidentali li portano a considerare le stelle K-pop come “Asiatici casuali truccati e con mascherine”, la presenza dei BTS ai BBMAs ha esposto il pubblico a volti nuovi. La loro traccia “Not Today” ha bloccato quelle di Harry Styles e Niall Horan dalla cima della classifica di Billboard Twitter Top Tracks, reclamando il primo posto per la terza settimana consecutiva. Hanno avuto 43 successi nella classifica World Digital Song Sales con quattro di essi al 1° posto, legandoli con PSY. Sono anche l’unico gruppo K-pop ad aver avuto un album nella top 40 di Billboard 200. Attualmente, i BTS si stanno esibendo in Giappone nell’ultima tappa del loro Live Trilogy Episode III: The Wings Tourle date USA del tour sono andate esaurite in minuti.

https://www.youtube.com/watch?v=-oRwL1gVhCc

Il K-pop sembra essere un’industria ermetica governata da grandi attori come YG e SM Entertainment, ma i BTS sono i ragazzi d’oro improbabili di una piccola etichetta indipendente e società di gestione chiamata BigHit Entertainment. Stanno trasformando le aspettative nell’industria K-pop con il loro approccio non convenzionale. Si sono uniti quando il produttore Pdogg è stato scoperto da Bang Si Hyuk (aka “Hitman” Bang), l’Amministratore Delegato e Produttore Esecutivo della BigHit, ed il produttore ha poi incontrato un adolescente Rap Monster attraverso Sleepy mentre era ancora nella scena underground. Suga e J-Hope si sono uniti attraverso audizioni a livello nazionale, e di 30 trainee sono rimasti in tre con altri membri aggiunti successivamente. La BigHit ha completamente abbracciato il mondo imprevedibile dei social media; i ragazzi comunicano direttamente con i loro fan attraverso delle registrazioni, i video delle BANGTAN BOMB, e gli aggiornamenti di Twitter ed Instagram gestiti da tutto il gruppo (non hanno alcuna intenzione di creare degli account separati).

I BTS non hanno dovuto compiacere il pubblico occidentale per trovare successo qui. “Non credo nel rilasciare canzoni inglesi per il mercato americano, come hanno fatto molti artisti K-pop”, ha detto Bang a Billboard. Le canzoni più popolari del gruppo possono anche avere dei titoli in Inglese facili da ricordare, ma i loro testi fluiscono senza problemi in Coreano salvo per alcune frasi in Inglese. Rap Monster ha imparato l’Inglese guardando Friends, così si è occupato delle interviste del gruppo sul Magenta Carpet dei BBMAs e ha pronunciato il suo discorso di accettazione (che ha concluso in Coreano) mentre i fan gridavano a sostegno. Nonostante un riconoscimento Americano visto come un quantificatore di successo internazionale, i BTS rimangono fedeli alle loro radici coreane in un mondo in cui l’America è il centro del mercato della musica globale. Questo non è per sminuire i loro molti premi in Corea e altrove, ma dimostra la necessità di dover modificare le canzoni in Inglese per essere gli unici nelle classifiche occidentali.

Le radici musicali dei BTS si trovano nella musica hip hop, ed i loro testi si appoggiano fortemente alle lotte e all’entusiasmo dei giovani. Ogni membro è coinvolto nella scrittura, nella composizione e nella produzione dei loro brani, ed il loro ultimo album Wings (rilasciato come You Never Walk Alone) include canzoni da solisti che riflettono il loro stile musicale. Rap Monster è influenzato da Nas e Drake mentre Suga ha nominato Kendrick Lamar, ed il canto di Jungkook è influenzato da Charlie Puth e Justin Bieber. Jungkook ha realizzato la cover delle canzoni del primo e del secondo (1, 2, 3, 4) insieme a Jimin, compagno maknae (il più giovane del gruppo). “N.O” è rivolta all’educazione competitiva della cultura Coreana, e “Blood, Sweat & Tears” illustra i dolori dell’amore coinvolgente. In “Change“, Rap Monster introduce il cyberbullismo, le rigide gerarchie della Corea del Sud e l’alto tasso di suicidio, accanto alle critiche di Wale sulla brutalità della polizia e del governo Americano. In tutto il suo intenso mixtape Agust D, Suga riflette apertamente sulle sue lotte con l’ansia e la depressione. “Cerchiamo di essere onesti con noi stessi e questo ci aiuta in qualche modo ad essere più flessibili nel censurare la nostra musica. La musica parla da sé e crediamo che la gente possa immedesimarsi con la nostra musica se rimaniamo fedeli ai testi scrivendo cosa pensiamo e cosa proviamo,” spiegano. I testi K-pop tendono ad andare sul sicuro a causa dei valori sociali tradizionalisti, ma le canzoni dei BTS seguono i temi della crescita personale mentre cercano di rimanere il più fedele possibile a loro stessi.

NOISEY: Congratulazioni per aver vinto il premio Top Social Artist. Come vi sentite riguardo a tutta questa nuova attenzione che state ricevendo dai BBMAs?

Rap Monster: Secondo quanto è stato riportato dalle statistiche ufficiali, abbiamo ricevuto 320 milioni di voti, e questo è davvero incredibile. Siamo veramente grati per tutta l’attenzione che stiamo ricevendo in seguito ai BBMAs e stiamo ancora cercando di realizzare che è tutto reale! Fa piacere essere notati in tutto il mondo, e siamo onorati di essere stati nominati e di aver vinto il premio.

Chi eravate impazienti di incontrare o vedere ai BBMAs?

BTS: Drake e John Legend. Ma ad essere sinceri, letteralmente tutti sul palco e nei posti erano nella nostra lista dei sogni delle persone che avremmo voluto incontrare o vedere.

Suga, in “Agust D” avevi previsto, “il prossimo sará Billboard”. Qual è la tua prossima previsione per BTS? 

Suga: Prevedo che la nostra prossima tappa sará esibirci con una canzone dei BTS sul palco di Billboard.

Poiché il K-pop è così globale, ha aiutato a rendere più sensibili ai temi culturali sia i fan che gli artisti. Quali sono alcune lezioni che avete imparato visitando diversi Paesi ed interagendo con fan internazionali?

Rap Monster: È molto importante imparare la lingua di quel paese specifico, e dire la verità con il cuore.

Avete detto che “Spring Day” va inteso come un momento di ripresa, usando una metafora stagionale. Come gruppo, da cosa vi state riprendendo o superando in questo momento della vostra carriera?

V: Mi rammarico di perdere le opportunità di apprendere molte cose, ma noi andiamo avanti qualunque cosa accada.

Jimin: Mi sento come se io stessi voltando pagina rispetto al mio rimorso nei confronti della mia musica poiché voglio di più.

Rap Monster: Mi sto un pó riprendendo dall’essere deluso da me stesso

Qual è il vostro obiettivo che vorreste realizzare con la vostra musica?

Jungkook: Il mio obiettivo è quello di scrivere e cantare una canzone che mi piace da solo.

Jin: Far sì che la gente ascolti la musica dei BTS senza pregiudizio.

Jimin: Vorrei avere una voce che amo.

Che genere di rituali avete mentre componete musica?

J-Hope: Devo ascoltare dell’ottima musica per iniziare a comporre la mia musica.

Rap Monster: Accendo sempre un’insegna luminosa per il mio studio, ‘Monstudio’

V: Devo vedere un intero film scelto da me.

Suga: Lo faccio ogni volta che ne ho voglia.

Mentre i vostri video musicali includono coreografia e stili elaborati, questi ricorrono anche a metafore e trame simboliche. A cosa vi siete interessati ultimamente che potrebbe ispirare il vostro prossimo progetto?

J-Hope: Ventimila Leghe Sotto i Mari.

Rap Monster: Un film chiamato A Silent Voice.

Suga: Scappa – Get Out.

Cosa vi é piaciuto di piú girando l’America?

BTS: Incontrare tante persone diverse in tutto il paese e visitare luoghi interessanti come musei e parchi. E naturalmente, non possiamo non menzionare le grandi bistecche succose.

Quali sono i vosrti obiettivi per il prossimo anno?

BTS: Il palcoscenico di Billboard e altri spettacoli più grandi in tutto il mondo.

Avete una connessione speciale con i vostri fan, e la vostra musica è molto stimolante per loro. Cosa vorreste dire a loro in questo momento?

BTS: Il nostro riconoscimento e la nostra gioia ai BBMAs sono vostri al 100%. Vi renderemo orgogliosi tanto quanto voi ci avete reso orgogliosi negli ultimi 4 anni. Love Yourself, love myself!

 

Fonte: Noisey

Traduzione Italiana a cura di @unnie per Bangtan Sonyeondan – BTS Italia | @btsitalia_twt

Prendere con tutti i crediti.