[TRAD ITA] La sconvolgente dualità dei BTS

Nel 2020, la più grande band del mondo ha dato prova di eccellere tanto nell’imponente spettacolarizzazione quanto nelle loro relazioni più intime.

I BTS figurano ormai sulla scena della musica pop da molto tempo, così tanto che ci si potrebbe facilmente dimenticare, o sorprendere nello scoprire, gli anni che hanno passato sullo sfondo. Nel lontano 2014, per la festa del loro primo anniversario dal debutto, il gruppo di sette ragazzi ha festeggiato pulendo il piccolo dormitorio che condividevano e cucinando un buon pasto. Hanno registrato un video di loro stessi per i fan, mentre mettevano a bagno le alghe per una tradizionale zuppa di compleanno coreana, gonfiavano palloncini, passavano l’aspirapolvere nel salone e decoravano la torta. Il loro, allora diciannovenne, leader RM, tentava di pelare una cipolla. “Ragazzi, come fa mia madre a farlo ogni giorno” ha detto con tono imbarazzato. “I membri mi dicono sempre di non guidare o cucinare per il bene di tutti”.
 
Per nulla turbati dagli spazi stretti, sembravano emozionati dal perseguire insieme il sogno di una carriera. Guardare oggi questi video- a sei anni, sette album e numerosi record di distanza- non è solo un esercizio di nostalgia dei vecchi tempi per RM, Jin, Suga, j-hope, Jimin, V e Jungkook, ma è, prima di tutto, un promemoria di come la più grande band del mondo sia diventata così popolare, una lezione su come tirare fuori il massimo, dalle poche cose che si posseggono.
 
L’umiltà è stata utile nel 2020, un anno che ha fatto inginocchiare l’industria musicale, così come il resto del mondo. La pandemia coronavirus ha condotto alla cancellazione dei tour e alla chiusura degli stadi; quando i musicisti si sono esibiti, lo hanno fatto dalle loro case, o di fronte a nessun pubblico. Questa nuova realtà deve aver ferito i BTS, un gruppo conosciuto per i loro spettacolari ed energici concerti. (L’anno scorso, hanno fatto sold out allo stadio Wembley di Londra in 90 minuti). Abituati a brillare su ricchi palcoscenici davanti a decine di migliaia di persone, si sono ritrovati improvvisamente a registrare per delle apparizioni televisive nella loro sala prove, e ad eseguire le grandiose coreografie del loro comeback con solo il sostegno dello staff. Ma, nonostante i BTS non siano più un gruppo esordiente di una piccola compagnia, i loro inizi modesti li hanno preparati ad avere successo durante un anno che avrebbe distrutto le loro ambizioni.
 
Originariamente, per il 2020 era stato promosso il tour di Map of the Soul: 7, l’album più sofisticato del gruppo fino ad ora, e lo stesso che i fan speravano portasse le pop star alla loro prima nomination ai Grammy. “Abbiamo incontrato delle difficoltà quest’anno” mi ha detto Jin in una recente intervista tenuta per posta con il gruppo. “La maggior parte dei piani che avevano programmato due anni fa sono andati in fumo, ma nel frattempo abbiamo lavorato sodo e… siamo riusciti a fare qualcosa di importante”.
 
Per i BTS, qualcosa di importante è essere nominati per un Grammy, mesi dopo essersi esibiti ai Grammys- ed essere il primo gruppo coreano a fare entrambe le cose. Hanno rilasciato il loro album BE, il quinto album consecutivo ad ottenere il numero uno nella Billboard Hot 200. Hanno ottenuto tre canzoni al n. 1 nella Hot 100, tra cui , il loro primo singolo totalmente in inglese “Dynamiye” e il loro cavallo meno quotato, la loro hit “Life Goes On”. Nonostante “Dynamite” si è rivelata essere fino ad ora la più grande canzone dei BTS, RM ha detto che l’ultimo traguardo lo ha reso “Felice il doppio, perché, come hai detto tu, era una canzone in coreano. È un onore che ci è stato concesso dai nostri fan.” A differenza di “Dynamite”, “Life Goes ON”, a livello virtuale, non è stata passata in radio, quindi sono stati gli acquisti e gli stream dei fan ad averla spinta in vetta alle classifiche, rendendola la prima canzone in coreano a raggiungere un tale traguardo.
 
Il linguaggio iperbolico che oggi circonda i BTS (fenomeno globale! successo K-pop! Primo atto coreano a…!) può oscurare il fatto che il gruppo non necessiti di grandi stadi o set list da urlo per raggiungere il pubblico. Si sentono a loro agio a parlare con i loro fan attraverso dirette spontanee in pigiama e a postare cover spoglie su Twitter. Inoltre, diversamente da molti gruppi idol, i membri dei BTS hanno sempre affrontato il tema della salute mentale nei loro testi e nelle loro dirette. Quel candore è stato toccante quest’anno in particolare, in quanto hanno parlato del sentirsi arrabbiati, impotenti e depressi.
 
Per il suo compleanno all’inizio di questo mese, Jin ha rilasciato un brano solista intitolato “Abyss”, con allegato una nota da parte sua scritta in seguito ad un periodo di forte esaurimento dicendo di essersi rivolto anche a sedute di terapia a causa di pensieri ansiosi. Quando ho chiesto se avesse trovato questa onestà difficile da esprimere, ha obiettato. “Non so se sia stato difficile condividere queste informazioni.” ha detto Jin. “Ritengo che la musica sia semplicemente un’altra forma di espressione. Se non avessi scritto il testo sul blog, credo che le persone avrebbero potuto solo indovinare che fossi in uno stato simile.” Mossi dalle sue parole e dalla delicata bellezza della canzone, i fan hanno condiviso i loro conflitti sui social media. “Se non sai come affrontare la tua salute mentale, va bene tenerselo per sé.” ha detto Jin. “Ma se non lo fai, penso sia un bene aprirsi, perché potresti avere qualcuno al tuo fianco che sappia come gestire la questione.”
 
Questa settimana ha portato con sé un duo di rilasci a sorpresa su SoundCloud, anch’essi con l’obiettivo di portare conforto: “Christmas Love” di Jimin e “Snow Flower” di V. Jimin, per accompagnare il suo vivace, nostalgico brano, ha scritto un messaggio esprimendo la gioia che prova malgrado gli script imposti dall’età adulta: “Piuttosto che ripudiare i tuoi sentimenti denominandoli ‘imbarazzanti’ o ‘infantili’ come spesso facciamo, mi auguro che arrivi il giorno in cui potremo sentirci bene nel provare queste emozioni insieme.” Nella sua nota per la canzone dal suono dolcemente jazz, “Snow Flower”, V ha scritto: “Quest’anno il tempo è sembrato fermarsi, e penso che ci saranno molte persone che provano più ansia e depressione con l’avvicinarsi della fine dell’anno. Almeno per oggi, spero che i fiori bianchi possano scendere posandosi sui vostri cuori e che possiate sentire anche un po’ più di caloroso conforto e di felicità.”
 
Contro questo scenario di vulnerabilità, i BTS inoltre offrono sollievo al loro pubblico attraverso performance appariscenti. Con il tour posticipato a tempo indeterminato, hanno riconfigurato le loro canzoni in modo che fosse possibile consumarle online. Una performance estiva confortevole e un concerto autunnale di due giorni, che ha visto la partecipazione di quasi 1 milione di spettatori, hanno sperimentato i confini degli show virtuali in diretta. “Non credo che la nostra musica o la nostra performance siano state limitate, ma è solo il modo in cui esprimiamo la performance migliore ad essere cambiato.” ha detto V riguardo al periodo pandemia del gruppo. Nel 2019, una delle performance migliori dei BTS è stato un set di 37 minuti per i Melon Music Awards della Corea del Sud, con la partecipazione di cavalli, sette performance soliste, una dance break da far collassare i polmoni, e un mare di altri elementi. Nel 2020, molte delle loro performance migliori sono state assai più contenute, ma non meno memorabili. Per il The Late Late Show With James Corden, hanno cantato “Life Goes On” camminando (grazie alla magia dell’editing) attraverso la stessa stanza ripetutamente, comunicando la claustrofobia data dalla vita in quarantena.
 
Quando i BTS sono tornati ai Melon Music Awards quest’anno, non hanno stupito con la portata, ma con la coreografia precisa. Jimin e Jungkook hanno eseguito un delizioso e tecnicamente difficile pas de deuxdurante la canzone “Black Swan”. Inoltre il gruppo ha svelato una dance break per “Dynamite” alla Micheal Jackson, della quale non si ha mai abbastanza. “Ad essere onesto, penso che quella performance sia stata vicina alla perfezione.” mi ha detto J-Hope. Questo significa molto, detto dal dance leader conosciuto per la sua meticolosità. “Non è stato qualcosa che avrei potuto fare da solo, ma era tutto in sintonia — i costumi, le luci, la coreografia, le inquadrature e i membri.”
 
In alcuni casi presentare la “miglior performance” ha significato non ballare per niente. Per il loro NPR Tiny Desk Concert a settembre, i BTS hanno eseguito tutto il loro set (per la maggior parte) da seduti. In più “Life Goes On” è la loro prima title track a non avere una coreografia ufficiale. “Pensiamo che il sentimento dietro la canzone si abbini meglio senza coreografia,” ha detto Suga riguardo al singolo sottostimato, il quale dà l’impressione che sia stato scritto non da un idol ai propri fan, ma da un essere umano ad un altro. Il resto di BE dà la stessa impressione — grezzo e personale, come un mixtape designato ai tuoi amici più stretti. Nel suo verso di “Life Goes On”, Suga fa riferimento ad una canzone magnificamente introspettiva del suo ultimo mixtape, intitolata “People”, il quale testo parla similmente del prendere una posizione ottimista nei confronti dei capricci della vita. “Il messaggio di ‘People’ era qualcosa tipo ‘e allora? la vita va avanti comunque’ quindi ho voluto estendere quel messaggio” ha detto Suga.
 
Alla fine del 2020, con l’inizio della distribuzione del vaccino, l’idea che la vita continui potrebbe sembrare più verosimile di una volta. Per i BTS, come per tutti gli altri, il prossimo anno sembra ancora sfocato, ma almeno ha un chiaro punto di partenza. “Il 2021 inizia con i Grammy”, ha detto J-Hope. “Dicono che il primo passo [dell’anno] è importante, quindi spero che otterremo buoni risultati lì”. I BTS sono nominati per la migliore performance pop di gruppo/duo per “Dynamite” e dovrebbero esibirsi, anche se molti fan sono rimasti delusi dal fatto che Map of the Soul: 7 non abbia ricevuto nessuna nomination. “Sarebbe un tale onore guadagnare un riconoscimento per il nostro album un giorno”, ha detto il gruppo.
 
I BTS sperano che il resto del 2021 porti con sé la possibilità di tenere concerti dal vivo. “Voglio mostrare ai nostri fan la nostra performance di ‘On’”, ha detto Jungkook della loro canzone coreografata più stravagante. “Se i fan vogliono vedere ‘Louder Than Bombs’, ovviamente possiamo fare un’esibizione anche di quella”, ha aggiunto. Si prevede inoltre che l’anno a venire produca più lavori da solista, compresi i progetti molto attesi di V e Jungkook. “Quest’anno è stato impegnativo, quindi non sono riuscito a trovare molto tempo per lavorarci. Cercherò di perfezionarlo il prossimo anno”, ha detto V circa il suo mixtape. “Quando riesamino le canzoni che ho fatto, non sono completamente soddisfatto. Quindi onestamente non lo so ancora!”, ha detto Jungkook sull’uscita del suo disco, sebbene abbia scritto o prodotto diverse canzoni quest’anno, inclusa l’incantevole ballad “Still With You”.
 
Qualunque cosa accada ai Grammy, la nomination di “Dynamite” è un avvenimento importante. Come ha affermato Jimin in una recente intervista per Vanity Fair, “In tutto il mondo, quando le persone ci guardano, potrebbero non sapere da quale paese veniamo. Potrebbero non sapere da quale piccola città rurale proveniamo noi zoticoni. Eppure, eccoci sul palco più alto, in corsa per vincere un premio”. Quel simbolismo del palcoscenico dei Grammy, la legittimità che conferisce, è reale. Ma l’umile passato dei BTS è sempre presente. Sembrano, in ogni momento, ricordare da dove vengono, anche se cercano di non essere limitati dall’etichetta del K-pop. “Il produttore Bang [Si-hyuk] una volta mi ha detto che ero ‘locale’ e penso che che mi descriva accuratamente”, mi ha detto RM, riferendosi al fondatore dell’etichetta dei BTS, la Big Hit Entertainment. “Sono anche consapevole che, in quanto millennial, limitarci a una singola regione non è auspicabile”. Con i BTS, l’unica costante è la loro dualità — sono “locali” ma globali, outsider dell’industria ma dall’interno, abili tanto nelle relazioni intime quanto nello sfarzo.
 
Quest’anno avrebbe potuto essere molto diverso per i BTS se il loro legame non fosse stato forgiato nel crogiolo di quei primi anni. “Quando la vita si fa dura o è difficile trovare la giusta motivazione, ciò che mi fa andare avanti sono le relazioni e l’energia che ricevo da loro — i nostri membri, le persone intorno a me e i nostri fan sono tutti così preziosi”, mi ha detto Jimin. Il suo sentimento è ben raccontato nella traccia di BE, “Skit”, che documenta la reazione del gruppo all’apprendimento del loro primo, primo posto nella Hot 100. I membri urlano e scherzano sul fatto di saltare le prove di danza per prendersi un drink. La traccia termina con RM che chiede a J-Hope: “Hope-ah, non credi che sia questa la felicità?”
 
Sei anni fa, i BTS si sono riuniti per una specie di festeggiamento più tranquillo. Alla fine del video sul loro primo anniversario, si siedono sul pavimento della loro stanza intorno ad un tavolo pieno di cibo delizioso, ridendo. Cantano “Tanti Auguri” a se stessi. Poi, insieme, iniziano a mangiare. Anche quella sembra felicità.
 
Traduzione a cura di BTS Italia | @BTSItalia_twt (©Abi, Rebecca, Mary).
Prendere solo con crediti.

I BTS ED IL FUTURO: UN QUADRO PIU’ INCLUSIVO E DIVERSIFICATO DEL POP

12 Settembre 2018

La rinomata critica Jessica Hopper aveva una volta proposto di “rimpiazzare la parola “fangirl” con “esperto”” e osservarne gli effetti. Questo tweet, spesso citato ma oramai cancellato, era una critica a come le giovani ragazze siano derise per la fervente passione dei loro fandom, a come il termine “fangirl” sia usato con sprezzo e di come la musica amata da queste ragazze (così come la loro grande conoscenza in questo campo) sia del tutto ignorata e non presa sul serio. Tuttavia, i numerosi esempi tra cui Beatles, Justin Timberlake, Harry Styles e The 1975, mostrano come queste giovani, quando si parla di fenomeni musicali destinati a diventare dei punti di riferimento, siano spesso state lungimiranti e, per così dire, “le prime ad arrivare e le ultime ad andarsene”.

 Il 2018 sembra essere segnato da un altro di questi momenti: con i BTS.

Anche senza essere grandi fan delle ultime tendenze del pop, è davvero impossibile non conoscere i BTS. Il loro album Wings, rilasciato nel 2016, ha debuttato al numero 26 della Billboard 200, aggiudicandosi così la posizione più alta mai raggiunta da un gruppo K-pop in America, mentre il loro album Love Yourself: Her, pubblicato nel 2017, ha raggiunto la posizione numero 7, diventando l’album con la posizione più alta mai raggiunta da un artista asiatico in una classifica americana.

Questi record erano destinati ad essere infranti dal gruppo stesso, che quest’anno ha raggiunto la vetta della BB200 sia con il loro album Love Yourself: Tear, che con la sua versione repackaged, ossia Love Yourself: Answer. A tutto questo, va anche aggiunto lo status di infrangitori di record nel loro paese natio.

 

Tuttavia, anche se i numeri sono esorbitanti, ciò che è davvero interessante è la storia di come questo gruppo sia riuscito a raggiungere questi traguardi. In primis, i membri si sono rifiutati di passare dal coreano all’inglese e, anche se alcune parti delle loro canzoni sono in inglese, i testi sono rimasti prevalentemente in coreano.

Questo aspetto, in un mondo “post-Despacito”, sembrerebbe diventare sempre meno importante negli Stati Uniti, dove la musica in lingua straniera sembra non essere più una novità, ma più un salto nel futuro. Prima dei BTS, molti artisti k-pop avevano tentato di irrompere nel mercato americano cercando di scendere a compromessi sia sul sound, che sulla lingua, senza avere successo. I BTS invece ci sono riusciti rimanendo loro stessi e, come RM ha confessato al Los Angeles Times quest’anno, il sospetto è che i loro fan più sfegatati “non vorrebbero vederli cantare in un’altra lingua” e che l’uso del coreano sia “parte integrante della loro identità”.

Con l’inizio del tour americano, partito a Los Angeles la settimana scorsa, la boy band ha fatto il tutto esaurito per quattro serate di seguito allo Staples Center, un’arena che li mette sullo stesso livello di artisti come Taylor Swift, Drake e Bruno Mars. In pratica, se volessero, riuscirebbero a vendere abbastanza biglietti da riempire uno stadio, cosa che probabilmente faranno la prossima volta che visiteranno LA. Nonostante la popolarità in continua crescita e la loro vasta importanza, il concerto finale di domenica sera aveva un’aura di grande riservatezza.

Questo sembrerebbe essere il vero punto: questi show sono luoghi di incontro per i cosiddetti ARMY, un posto in cui la stragrande maggioranza dei presenti, armata del suo fedele (e ufficiale) BTS Lightstick in versione 3.0, arriva alle 15.30 del pomeriggio anche se le porte aprono solo alle 18.00 pronta a riunirsi alle sue sorelle (e fratelli). Non ha importanza il fatto che molti dei bar e degli altri luoghi di ristoro dell’arena non si siano nemmeno preoccupati di tenere aperto per la serata, perché 30 minuti prima dello show, gli atrii sembrano delle città fantasma, gran parte del merchandising è già esaurito e gli spettatori urlano a squarciagola per riscaldarsi mentre sono intrattenuti dai video dei BTS.

© BIG HIT ENTERTAINMENT

Proprio quelle urla non cesseranno per tutta la durata del concerto (2 ore), al punto che mi è stato difficile pensare ad un concerto che sia stato più rumoroso di questo. Sono contagiose, in genere scaturite dall’immagine di uno dei membri sullo schermo, da una dimostrazione di affetto di uno dei membri verso il pubblico o tra di loro, o come reazione ad una parte di una canzone che semplicemente spacca. Per tutta l’arena si potevano osservare dei cartelloni fatti a mano per i ragazzi, con tanto di luci di natale attaccate, in pieno stile coreano.

Anche se il fandom coreano era ben rappresentato (l’area di Los Angeles ha la comunità di coreani-americani più grande degli Stati Uniti), è stato fantastico vedere l’audience essere così multiculturale, e quanto poco interessasse la barriera linguistica quando si trattava di cantare insieme al gruppo.

Oramai è abbastanza comune vedere un flusso in uscita dagli Stati Uniti, dove le canzoni in inglese non hanno problemi a trovare un’audience, ma sentire migliaia di ragazzi provenienti da differenti background urlare, ripetere slogan e cantare in coreano è stato, beh, rivoluzionario.

Il punto di forza dei BTS è che la loro musica parla il linguaggio universale dei trend del pop. Anche se non capisci esattamente ciò che dicono, puoi di certo riconoscere le influenze trap nella delivery della mastodontica Fake Love, così come è impossibile non notare quel synth alla Chainsmokers nella canzone solista di Jungkook, Euphoria (influenza del tutto comprensibile, visto che Andrew Taggart ha prodotto per loro in passato). I pop trend girano il mondo e, più di tutti prima di loro, i BTS sono stati abbastanza scaltri da sfuggire ai tradizionali e sicuri versi alternati fatti con lo stampino per produrre musica che riflette i tempi odierni. Tutto ciò ha sicuramente molto a che vedere con il fatto che i BTS producono e scrivono gran parte della loro musica.

Per quanto riguarda lo show, è stato quell’enorme esperienza multisensoriale che ci si aspetta dai più grandi artisti del pop. Si sono visti fuochi d’artificio, fiamme, coriandoli e stelle filanti, così come giochi di colore messi in atto grazie alle migliaia di lightstick. Ogni membro del settetto si è esibito in una performance solista, in cui Jimin ha dimostrato il suo lato dolce e sensuale e J-Hope ha espresso il suo lato hip-hop più genuino. Ogni paio di esibizioni soliste, il gruppo si riuniva sul palco per essere sicuro che il pubblico stesse tenendo il passo, mettendo così insieme le parti di un programma ben studiato.

E gli esperti che si sono riuniti per godersi lo spettacolo, che non si sono fatti sconvolgere da un padre troppo affettuoso che riprende ogni loro minima reazione con il suo iPhone o che non si vergognavano di mostrare il loro lato emotivo, hanno avuto l’esperienza della vita. Questi ragazzi e queste ragazze non tengono minimamente in considerazione che il loro fandom potrebbe teoricamente spostare delle montagne, e che i loro gusti musicali stanno stabilendo l’asticella per gli anni a venire. Per i loro fan, i BTS sono una luce brillante che aggiunge sapore alla loro vita, il faro che li aiuta a navigare in tempi in cui i momenti brutti sono ricordati tanto quanto quelli belli. Non sanno che il loro fandom, che le loro conoscenze, potrebbero star cambiando il mondo, accompagnando un periodo in cui la musica proveniente da ogni parte del mondo ha una chance di trovare il proprio posto nei tanto desiderati Stati Uniti.

 

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (©Bea)
Prendere solo con crediti
Fonte: UPROXXTR

[TRAD ITA] TRIVIA: Just Dance

Se mi chiedi di quel momento,
è stato come luce del sole abbagliante
Se mi chiedi cosa ho provato,
È stato come un battito di ciglia

In quell’atmosfera particolare, facciamo partire la musica,
ci riscaldiamo
La tensione diminuisce
Se avessi nascosto le mie emozioni,
avrei rimpianto il tramonto con te

Hey, balla con me, balla con me
Qualsiasi mossa va bene, balla con me
Da dove vieni, perché balli
Una conversazione così naturale, di’ qualcosa
Fa strano, che siamo così in armonia,
Sento che in qualche modo andrà tutto bene
Tu sei mia amica, sì, mia amica
Però …

Mi piace ciò che provo quando sto con te
Mi piacciono i nostri passi di danza
Semplicemente voglio, voglio, voglio
Davvero, voglio, voglio, voglio
Solo ballare

Seguendo il ritmo della musica,
Seguendo semplicemente i movimenti dei nostri corpi,
Siamo ombre alla luce della luna
Ci innamoriamo, ci innamoriamo

Mi piace ciò che provo quando sto con te
Mi piacciono i nostri passi di danza
Semplicemente voglio, voglio, voglio
Davvero, voglio, voglio, voglio
Solo ballare

Uh, nella mia vita simile al fango,
Uh, c’è un solo fiore: tu
Uh, anche la soffocante sala prove,
Uh, diventa un paradiso quando siamo assieme
Ay, ora anche i miei sogni che non trovavano risposta,
Ay, vengono condivisi, a creare ogni giorno un legame
Ay, perché i nostri ritmi si armonizzano tra loro
Ay, perché c’era la danza, quel battito del destino

Rendiamolo POP
I miei sentimenti che si increspano come un’onda
Il pulsare del mio cuore, le nostre mosse che diventano una, sincronizzandosi
Il mio cuore che sta iniziando a conoscerti
Vorrei che questo sentimento restasse
Come ho amato ballare, amo anche te
Sei quindi il mio amore, sì, il mio amore
Ecco cosa mi piace

Mi piace ciò che provo quando sto con te
Mi piacciono i nostri passi di danza
Semplicemente voglio, voglio, voglio
Davvero, voglio, voglio, voglio
Solo ballare

Seguendo il ritmo della musica,
Seguendo semplicemente i movimenti dei nostri corpi,
Siamo ombre alla luce della luna
Ci innamoriamo, ci innamoriamo

Mi piace ciò che provo quando sto con te
Mi piacciono i nostri passi di danza
Semplicemente voglio, voglio, voglio
Davvero, voglio, voglio, voglio
Solo ballare

L’ho sentito, piccola
Per un momento, tra me e te, piccola
Tutti i  movimenti si sono sincronizzati come una formula, piccola
Anche le incertezze, piccola
Anche le più grandi difficoltà, piccola
Sono valse la pena per averti

L’ho sentito, piccola
Per un momento, tra me e te, piccola
Tutti i  movimenti si sono sincronizzati come una formula, piccola
Anche i respiri affannati, piccola
Anche il sudore versato, piccola
Sono valsi la pena per averti

Mi piace ciò che provo quando sto con te
Mi piacciono i nostri passi di danza
Semplicemente voglio, voglio, voglio
Davvero, voglio, voglio, voglio
Solo ballare

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti

180404 Intervista An°An (J-Hope x Jimin x V)

WhatsApp Image 2018-04-04 at 00.52.18Parola chiave: (sogno)

D: Sogni spesso? Qual è stato il tuo sogno più recente?

TH: Sogno moltissimo, tanto che sogno anche solo quando mi appisolo (ride). La cosa strana è che, anche quando mi sveglio nel bel mezzo di un sogno, lo riesco a continuare quando mi rimetto a dormire. Come con una serie TV. È bello se si tratta di un bel sogno, ma quando faccio incubi sono tipo “quel sogno poi ritornerà…” ed esito un pochino. L’altro giorno, ho sognato di essere in un’aula mentre indossavo un’uniforme scolastica. Lo staff e i membri sono comparsi! Non ricordo che cosa stessimo facendo, ma stavano tutti ridendo, perciò sarà stato probabilmente un sogno meraviglioso.

Parola chiave: 雨の時も雪の時も “sia nella pioggia che nella neve”

D: Soleggiato, Nuvoloso, Piovoso, Innevato… qual è il tuo clima preferito?

TH: In questi giorni mi piace la pioggia. L’altro giorno, mi ha dato una bella sensazione lasciare che la pioggia cadesse su di me, senza ombrello. La conosce la nota scena dell’urlo nel bel mezzo di una tempesta di pioggia utilizzata nelle serie TV? Vorrei viverla. Probabilmente mi prenderei un raffreddore (ride). Vorrei unirmi alla pioggia ed esprimere tutte le mie emozioni. La musica di sottofondo sarebbe ‘Rain’ dei BTS. Quella è l’unica canzone dei BTS che andrebbe bene con la pioggia. Nei giorni soleggiati, mi capita di ricordare di quando aspettavo che il sole sorgesse insieme a mia nonna, con una tazza di tè Yuzu in una mano, nel parco. Nonna, mi manchi.

6Parola chiave: 僕が変わった(sono cambiato)

D: Come ti definiresti “cambiato”, o “non cambiato”, nel corso degli anni?

TH: Sono diventato più calmo ultimamente. Non c’è un motivo particolare, ma ora ascolto la musica in maniera più attenta. Inoltre ora ho voglia di imparare più l’inglese. Quando ho partecipato ad una cerimonia di premiazione in America l’anno scorso, ho pensato “Vorrei parlare molto più con la mia propria voce”. Ho in piano di iniziare imparando le parole più in voga. Il mio amore per i videogiochi da combattimento non è cambiato. A volte gioco con Jimin o Jungkook. È un combattimento a squadra, ma spesso uso un oggetto, vado avanti per conto mio, e faccio saltare tutto in aria perciò si arrabbiano sempre con me.

  • ••

2

Parola chiave: 無理(impossibile)

D: Se dovessi chiedere un favore ad uno dei membri, a chi chiederesti?

JM: (puntando alla foto) Ambarabà Ciccì Coccò… RM! Scherzo, perché se mi trovassi veramente in una situazione difficile, tutti i membri capirebbero e mi aiuterebbero, perciò non ci sarebbe alcun problema nel chiedere a tutti. Dimentico molte cose, perciò quando mi dimentico di portare il mio portafoglio mentre sono in giro a fare shopping mi prestano gentilmente il loro, e ascoltano sempre in caso volessi parlare di qualcosa. Condividiamo e comprendiamo tutto indipendentemente da quel che succede.

Parola chiave: 恐れ(paura), 捨てる(disfarsi)

D: Qual è la tua paura più grande? Qual è la cosa che vorresti buttare via di più al mondo?

JM: I fantasmi sono spaventosi. Una volta ne ho visto uno nel mio dormitorio quando ero ancora un trainee. Mentre ero in piedi a lavarmi i capelli, ho sentito qualcosa scivolare fra le mie gambe… Ho chiamato pensando fosse RM hyung ma non ho mai ottenuto risposta, e tutti stavano dormendo, dopo un’occhiata veloce. Non l’ho mai detto ai membri. Non mi crederebbero mai (ride). Non ci sono molte cose che vorrei buttare via. Sono molto minimalistico, perciò non sarei in grado di vivere se buttassi via altre cose… (ride)

4

Parola chiave: 甘すぎる(troppo dolce)

D: Quali sono i tuoi dolci preferiti? E chi è “dolce” con i membri?

JM: Alle superiori, nelle due ore che impiegavo da scuola alle lezioni di ballo, ero solito mangiare una barretta al cioccolato. Perfino ora, anche se non quanto prima, ho il bisogno di mangiare una barretta di cioccolato ogni volta che mi sento felice. RM hyung e Jungkook amano i dolci. Spesso assisto mentre li vedo mangiare dolci nella sala prove. Sono bravo ad aiutare i membri, ma mi piacciono anche V e Jungkook quando sono ossequiosi con me. Ma indipendentemente dall’età, offriamo sempre aiuto  l’uno all’altro.

  • ••

3

Parola chiave: DNA

D: Con chi della famiglia o dei membri dei BTS senti di avere lo stesso DNA?

JH: Il mio aspetto è preso completamente dal DNA di mio padre. Non ci faccio molto caso, ma molte persone che mi stanno intorno me lo fanno notare. Porto la personalità di mia madre. Molto precisa, calma e, se posso dirlo, attenta a molte cose. (Trova un fazzoletto stropicciato sul tavolo) Non è una buona cosa (ride). Fra i membri, credo di essere molto più simile a Jimin. Il motivo del perché andiamo molto d’accordo come compagni di stanza è perché stiamo bene insieme. Siamo entrambi il tipo di persona che porta dentro i propri pensieri, ma parlandone insieme scarica lo stress.

Parola chiave: 別れ道(un bivio, separazione)

D: Quando fronteggi degli incroci e affronti delle decisioni, che cosa valuti?

JH: Scegliere il cammino che più mi si addice, e che mi assomiglia. Ascolto anche cosa hanno gli altri da dire a riguardo, prendo appunti mentali sulle parti positive, e riparo quel che c’è da riparare. Mentre stavo producendo il mio mixtape, ho ricevuto molti consigli da RM e ho migliorato il mio mixtape. Quando fronteggio degli incroci seri, prendo le mie decisioni dopo averci riflettuto su per molto tempo, in modo da essere soddisfatto del risultato qualunque esso sia. Ma spesso vado a braccio quando devo prendere piccole decisioni, come scegliere cosa mettermi, perciò a volte faccio scelte rammaricanti. Ieri ho fatto la notte in bianco per lavorare su delle cose… Avrei dovuto dormire (ride).

5

Parola chiave: Spring Day

D: A cosa pensi quando senti le parole “Spring Day”?

JH: L’immagine che mi viene in mente è una scena con dei fiori di ciliegio. Non posso andare tranquillamente a vedere i fiori di ciliegio, ma sento il mio cuore battere ogni volta che vedo i fiori in piena fioritura dalla finestra mentre siamo di passaggio. I fiori di ciliegio sono fiori che evocano molte emozioni diverse. Quando sono in fioritura, pensi “è arrivata la primavera” e il tuo cuore si scalda, ma quando appassiscono il tuo cuore si sente solo. La mia stagione preferita non è la primavera, ma l’inverno che porta con sé il Natale. Anche quando dobbiamo lavorare a Natale, sono felice del fatto che possiamo esibirci, e aspetto con ansia la festosità che avvolge le strade. Inoltre, il mio compleanno cade d’inverno (ride).

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (©Lilac)

 

“ Chiamateci artisti…” La storia dei membri della ‘Rap Line’ dei BTS e delle loro doti non semplicemente da idol

SUGA • RM • J-HOPE

[Hong HyeMin per Chic News] E’ arrivato il momento di dimenticare la concezione che i rapper/idol non sono all’altezza.

Nella struttura dei gruppi idol che è suddivisa con precisione in posizioni come vocalist, ballerino e via dicendo, ci sono sempre stati dei membri col ruolo di rapper.

Ma data la tendenza dei gruppi idol a concentrarsi sulla parte vocale, chi veniva destinato al rap si vedeva assegnare parti relativamente corte e monotone, cosa che ha condotto all’avere di loro poca considerazione.

Tuttavia, con la continua evoluzione dei gruppi idol, sono emersi rapper pieni di talento, abbastanza dotati da essere paragonati ai classici artisti rap. E’ l’alba del ‘Rapper Idol A Tutto Tondo’ che non solo è bravo nel rap, ma ha anche perfettamente padroneggiato le doti chiave di un idol – la parte visual e la danza.

Tra tutti, la Rap Line (Suga, RM, J-Hope) dei BTS, un gruppo cresciuto fino a diventare fenomeno artistico globale e a dominare classifiche riconosciute in tutto il mondo come quella Billboard, ha percorso un sentiero molto diverso da quello degli altri idol, continuando sulla strada degli ‘Pseudo-idol’. Dal loro background predebutto ai loro mixtape di oggi che hanno mandato in fibrillazione il mondo intero, [Chic Pick] analizza le 3 diverse sfumature della Rap Line.

179370-3

SUGA

SUGA è il rapper principale del gruppo.

SUGA, già noto per la sua brillante reputazione, tanto che anche chi non apprezza i gruppi idol deve ammettere il suo talento anche solo per il rap, stava già affinando le sue doti di produttore dal predebutto, lavorando come rapper underground nella sua città natale Daegu. La sua vita da trainee inizia quando si classifica secondo all’audizione per dei membri rapper della BigHit Entertainment.

Essendo stato aggiunto ai BTS già con una solida base rap costruita fin dal predebutto, Suga pubblica un mixtape nel 2016 sotto il nome d’arte di ‘Agust D’.

179370-2

Il nome d’arte da solista ‘Agust D’ si ottiene aggiundendo ‘D t(own)’ per la sua città natale Daegu, al suo nome d’arte Suga rovesciato, ‘Agus’.

Nel suo mixtape comprensivo di 10 tracce, Suga carpisce l’attenzione dell’ascoltatore esponendo senza vergogna la sua identità di rapper underground, oltre il confine di idol. Il suo amore per la musica e le sue opinioni, differenti dal suo parallelo Suga, ne mostrano il vero valore come rapper.

Il mixtape si è arrampicato di nuovo in cima alle chart due anni dopo la sua pubblicazione, provando la sua qualità e popolarità e raggiungendo il primo posto nella classifica iTunes globale, il primo posto nella Billboard World Album Chart, e la posizione #46 in quella degli artisti emergenti.

E non finisce qui. Oltre al suo mixtape, si può avere un assaggio delle eccellenti doti di produzione e rap di Suga nelle tracce contenute negli album dei BTS. La serie ‘Cypher’ della Rap Line in particolare evidenzia la competenza di Suga, RM e J-Hope come rapper anche oltre il confine BTS.

179370-4

RM

RM è un altro membro che non si può escludere dalla rap line.

RM, leader e rapper primario nel gruppo, iniziò il suo percorso verso il rap alle medie, ascoltando ‘Fly’ degli Epik High. Attivo come rapper underground sotto il nome Runch Randa, ha pubblicato i suoi lavori su piattaforme come Jungle Radio, Hip Hop Playa, etc. Dopo il debutto ha continuato con lo pseudonimo di Rap Monster.

RM prepara il suo debutto come trainee per la BigHit Entertainment fin dal 2007, in età scolastica, e viene riconosciuto come ‘Ragazzo Prodigio del Rap’ con enormi aspettative per le sue doti rap straordinarie per la sua età.

179370-1

Dopo aver debuttato con i BTS, RM mostra la maggior partecipazione nella produzione e scrittura di testi. Non sarebbe esagerato dire che i versi unici di RM e i testi intrisi di di espressioni liriche e metaforiche sono diventati la firma del gruppo stesso.

Con un background così talentuoso, RM ha fatto un salto di qualità oltre la promozione dei BTS collaborando con Wale, Warren G ed altri per la produzione di lavori di varia natura.

Nel 2015 ha rilasciato il suo mixtape “RM”, inserito tra i migliori 50 album Hip Hop del 2015 dalla rivista musicale americana Spin, venendo riconosciuto per le sue virtù come musicista a livello nazionale e internazionale.

179370-5

J-HOPE

Mentre i due membri precedenti hanno iniziato la loro carriera musicale col rap fin dal predebutto, J-Hope ha iniziato con la danza e aperto un nuovo capitolo della sua vita musicale attraverso il rap.

J-Hope, ballerino principale e rapper secondario dei BTS, ha conosciuto il rap per la prima volta dopo essere diventato trainee presso la BigHit Entertainment.

Ma come confermato dagli altri membri rapper, ha presto iniziato a costruire uno stile a sé con il suo ‘talento feroce’.

Avendo creato il suo personale e unico ‘J-Hope Style’ fluido e pieno di personalità, J-Hope sta ora partecipando alla produzione e scrittura di testi assieme a Suga e RM.

179370-0

Il 2 marzo è stato l’ultimo della rap line a pubblicare un proprio mixtape, ‘Hope World’. Dopo aver menzionato che pubblicare un mixtape era sempre stato il suo sogno, J-Hope ha raggiunto la posizione #63 nella classifica Billboard 200 immediatamente dopo il rilascio, battendo il record come artista coreano solista piazzatosi più in alto.

Non solo, ma anche i video musicali dei singoli ‘Daydream’ ed ‘ Airplane’ rilasciati su YouTube hanno registrato un numero incredibile di visualizzazioni. Al momento, ‘Daydream’ ne ha più di 33 milioni.

Le 7 tracce nel mixtape di J-Hope non solo hanno ricevuto un’enorme attenzione da parte dei fan coreani, ma sono state messe in evidenza dal New York Times, Billboard, Grammy e via dicendo, fornendo a J-Hope un’opportunità per essere riconosciuto per la sua musica a livello globale e provando ancora una volta le sue capacità come rapper.

 

 

Articolo originale: Chic News

Traduzione inglese dall’originale: @hopekidoki su Twitter

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia.

Prendere solo con crediti.

Esploriamo il cibo con i BTS!

Esploriamo il cibo con i BTS!

J-Hope e Jimin dei BTS, il gruppo che attualmente ha maggior impatto nella scena del K-Pop, esploreranno il cibo delle foto di cui tutti parlano.
Hanno scelto lo zucchero filato, i cicchetti di biscotto*, e una crostatina. Hanno tutta l’attenzione rivolta verso di loro in quanto i due membri mostrano il loro stile e il loro modo di mangiare.

Cattura

I BTS sono un gruppo hip hop formato da 7 membri, che ha debuttato in Corea il 13/06/2013. Lo scorso anno hanno portato a casa tutti i premi musicali coreani, e hanno in piano di rilasciare il loro terzo album interamente in giapponese ‘Face Yourself’ il 4 Aprile (Mercoledì). Hanno anche in piano di effettuare un fanmeeting nell’arena di Yokohama e nella Osakajo Hall. I BTS stanno crescendo anche in Giappone.

Questa volta J-Hope e Jimin dei BTS esploreranno il cibo che vedete in foto, che hanno avuto grande riscontro ad Harajuku e Aoyama. Prima però, abbiamo chiesto loro quando mangiano i dessert solitamente.

~~~

Q. Quando mangiate i dessert solitamente?

J-Hope: Mangio dessert quando sono esausto.

Jimin: I dessert non sono più buoni quando sei di buon umore? Quando sei stanco i cibi piccanti sono meglio di quelli dolci.

J-Hope: Abbiamo gusti un po’ diversi!

Jimin: Siamo diversi ma quando J-Hope mangia, mangio dolci insieme a lui.

J-Hope: Mangiamo insieme allora!

Jimin: Sì!

Ora inizieranno ad assaggiare i dolci!

~~~

Che dolce ~ L’enorme zucchero filato diventato così di tendenza ad Harajuku!

Cattura.PNG
Lo zucchero filato arcobaleno di TOTTI CANDY FACTORY, 900 yen

Cattura.PNG
Appena visto、i due non sono riusciti a nascondere lo stupore davanti ai colori e alla sua grandezza.

JH: Wow, è fantastico.

JM: E’ zucchero filato?

E’ il famoso enorme zucchero filato di Harajuku! E’ buono?

Cattura.PNG
Come potete vedere, è molto più grande della faccia di Jimin!

Cattura.PNG
Jimin dà un piccolo assaggio.

JM: E’ molto dolce ~

JH: Davvero? Allora lo assaggio anch’io.

Cattura.PNG

JH: E’ buono, ma non sento molto il sapore… ahahah

Ogni colore ha un particolare gusto, viola è all’uva, blu è al Blue Hawaii e il rosa è alla fragola. 

Cattura.PNG
E’ un nuovo metodo per mangiare lo zucchero filato, JHope?

Cattura.PNG
Ecco la perfetta combinazione tra zucchero filato e BTS!

~~~

L’assaggio dei BTS dei cicchetti di biscotto

Cattura.PNG
Cicchetti di biscotto di Dominique Ansel, 1512 yen

Cattura.PNG
I due bevono il latte alla vaniglia in silenzio…

J-Hope: Che carino! Cos’è?

È un cicchetto di biscotto. È un biscotto a forma di bicchiere, ci versi del latte alla vaniglia e lo mangi.

J-Hope: Ok, allora verso subito il latte alla vaniglia!

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Accanto a Jhope, che sta mangiando voracemente, Jimin ci mostrerà le sue abilità.

Cattura.PNG

Cattura.PNG
“Waaaaa!!” ha urlato Jimin, mostrando le sue abilità. Anche Jhope ne è rimasto colpito ahahah.

Siamo pronti! I due hanno finito di versare il latte alla vaniglia nella cialda, e ora la assaggeranno!

Cattura.PNG

 

JH: A berlo non è troppo dolce, ahahah

Cattura.PNG

Cattura.PNG

JH:  Il latte è dolce, non è latte normale!

Nel latte è stata aggiunta bacca di Vaniglia. Puoi mangiare anche la cialda!

Cattura.PNG

Jimin: La cialda sa di cioccolato!

J-Hope: Se unisci il latte alla vaniglia e il biscotto, ottieni un sapore di latte al cioccolato! Mi piace davvero tanto il sapore di questo latte alla vaniglia. Me lo voglio portare in Corea al mio ritorno, ahahah.

~~~

La shockante fragola bianca! Una torta dolce e rinfrescante, di cui diventerai presto dipendente!

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

J-Hope: Ho già mangiato un pezzo di torta in questo negozio. E’ una famosa pasticceria, vero? Sono fragole bianche?

Sì. Jimin, conosci le fragole bianche?

Jimin: Eh? Fragole bianche? È la prima volta che le vedo.

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

JM: La fragola è fresca e la crostata è davvero dolce!

Cattura.PNG

J-Hope: Era veramente buona. Mi piacciono i dessert freschi e i dolci che contengono la frutta, come questa crostatina. E amo anche la crema ganache.

Jimin: Anche io la amo!

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

~~~

Parliamo del nuovo album “Face Yourself”

Cattura.PNG

Q. C’è stato qualche episodio memorabile mentre stavate lavorando (all’album)?

J-Hope: Mentre stavo registrando ho mangiato molte cose dolci! Lo staff ne ha preparati diversi. Grazie a quelli, sono stato in grado di riacquistare le energie, finire le registrazioni e completare un album fantastico.

Jimin: C’è stata una canzone che aveva un tono davvero alto ed era difficile da registrare. E’ uno dei ricordi che ho delle registrazioni.

Cattura.PNG

Q. C’è una canzone che preferite particolarmente?

J-Hope: Per ora è ‘Spring Day’. Ovviamente è perché siamo in primavera, ma col passare del tempo, penso spesso a quanto sia davvero una bella canzone. Sia la versione coreana sia quella giapponese hanno un bellissimo testo, non trovi?

Jimin: Mi piacciono tutte! È un po’ strano detta da me, ma la musica dei BTS è davvero la migliore! La consiglierei a tutti in tutta sicurezza.

Cattura.PNG

Q. In quali situazioni vorreste si ascoltasse l’album?

J-Hope: Penso che ‘Crystal Snow’ sia perfetta per quando fa freddo. Credo ci si possa godere l’inverno ascoltando ‘Crystal Snow’, in particolare quando nevica.

Jimin: Pensando a noi, vorrei ascoltaste tutte le nostre canzoni; ascoltate ‘MIC Drop’ quando volete caricarvi, ‘Spring Day’ quando vi sentite bene, ‘Crystal Snow’ quando siete tristi, potrebbe farvi bene.

Cattura.PNG

Q. Per chi non è fan, quale canzone consigliereste di ascoltare?

J-Hope: Una sola canzone? È difficile scegliere…

Jimin: Penso sia meglio ascoltare le canzoni dell’album dall’inizio fino alla fine. Mi piacerebbero sicuramente i BTS se li ascoltassi fino alla fine!

Cattura.PNG

J-Hope: Come c’era da aspettarsi, Jimin! Dopotutto lo stile dei BTS è…

Jimin: MIC Drop!

J-Hope: Esatto~! Davvero! Credo che riesca ad arrivare tutta l’energia della canzone, perciò mi piacerebbe ascoltare ‘MIC Drop’ e sentire la nostra energia.

~~~

Cattura.PNG

*T/N: i cicchetti di biscotto e cioccolato sono simili a dei piccoli bicchierini, ci si versa il latte e lo si beve.

 

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti.

J-Hope, del fenomeno BTS, ha una storia tutta sua da raccontare col nuovo Mixtape

Lasciate che J-Hope si presenti – e ci accolga nell’Hope World, il mixtape solista di debutto della superstar del K-pop. J-Hope, 24 anni, vero nome Jung Ho-seok, è uno dei sette membri dei BTS, uno dei gruppi maschili più famosi al mondo. Ma la pubblicazione del suo progetto indipendente non lascia intendere nessuna fine per il regno dei BTS. In realtà è il terzo membro del gruppo a rilasciare un mixtape solista, donando all’esercito internazionale di fans un assaggio della sua visione artistica – senza per questo creare fratture nell’unità del gruppo.

La squadra viene sempre prima, per cui mi sono concentrato sui nostri progetti come BTS, e ho cercato di ritagliarmi un po’ di tempo nelle stanze di albergo, in aereo, e in ogni occasione in cui avessi qualche minuto”, dice del processo di sviluppo di Hope World, durato due anni, che lui considera “il suo biglietto da visita al mondo”.

Meglio conosciuto nei BTS per le sue doti nel rap e il suo background come ballerino di strada a livelli competitivi, la giovane star è stata scritturata dal fondatore e CEO della BigHit Entertainment, Bang Sihyuk per le sue mosse taglienti.

In Hope World, esibisce la propria voce, creando una serie di canzoni che i fan di rap e pop possono godersi anche senza conoscere una parola di coreano. Il mixtape si apre con un’avventura ispirata da Jules Verne, poi si inoltra nelle sue personali riflessioni su fama e successo, inni alla positività e tracce da festa, tutto spalmato su un mix di trap che ti prende all’istante, dance, e ritmi tropicali.

Qui su TIME, J-Hope condivide in esclusiva la storia dietro a questa raccolta di brani solisti, i cui messaggi – nonostante la distanza linguistica – non vengono certamente diluiti dalle traduzioni.

 

TIME: Perchè hai voluto pubblicare un mixtape? Cosa lo distingue dalla musica dei BTS?

J-Hope: Ho sempre fantasticato di fare un MV e di esibirmi con della musica creata da me. Volevo anche mettere in musica la mia storia e condividerla col mondo. La pubblicazione di RM e Suga dei loro mixtape è stata la spinta per l’inizio di un mio progetto personale. Sono stato e continuo ad essere profondamente influenzato da loro, dal giorno in cui abbiamo iniziato fino a dove siamo oggi, e ho sempre pensato che fosse fantastico che raccontassero le loro storie e creassero musica nel loro stile personale. Ho iniziato prima con la danza, ma sentivo che avrei potuto raccontarmi anche attraverso la mia musica.

 

Ci sono elementi trap, EDM, ritmi caraibici e funk-soul futuristici amalgamati assieme nel mixtape. Ma soprattutto, è chiaro che accarezzi ogni forma di rap. Quali artisti e sonorità ti hanno ispirato di più?

In realtà quando lavoro non uso la mentalità di “fare questo tipo di rap in questo tipo di genere”. Ho scelto e preso i ritmi di quello che mi attirava, mi piaceva e mi faceva stare bene. Il modo in cui lavoro è fluido e istintivo, e scrivo musica e rap mano a mano che mi vengono. L’ispirazione per questo mixtape l’ho tratta da artisti come KYLE e Aminé. Devo anche nominare la pesante influenza di Joey Basa$$. Sono tutti artisti che rispetto profondamente, e mi piacerebbe collaborare a dei progetti con loro in futuro.

 

La prima canzone, “Hope World”, si apre con un rumore di spruzzi d’acqua, e i testi parlano dell’essere sott’acqua. Che viaggio stai intraprendendo?

Ricordo di essere stato affascinato da Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne quando lo lessi da bambino. Credo di essere tornato indietro a quel periodo per un’ispirazione più fresca, e ne ho riportato con me una parte come motivazione per iniziare a scrivere Hope World. E’ un’introduzione per le persone che non mi conoscono, come faceva nel libro il Capitano Nemo che spiegava mentre il sottomarino girovagava per gli oceani del globo. Potrebbe suonare un po’ sdolcinato, ma vi invito a fingere di essere il Professor Aronnax mentre ascoltate questa canzone, e intraprendete un viaggio attraverso il mio mondo [ride].

 

Cosa vuol dire essere un “Angolino di Pace”, titolo di una delle canzoni?

Ho pensato che sarebbe stato davvero molto significativo per me se fossi potuto diventare, come il mio nome d’arte, la speranza per qualcuno nel mondo – e non intendo una pace grandiosa, anche solo un piccolo frammento. Ho iniziato pensando “sarebbe fantastico diventare parte, attraverso la mia musica, della pace personale di qualcuno,” e mentre lavoravo alla base pensavo al tipo di messaggio che potevo trasmettere alla mia generazione che vive coi suoi problemi e i suoi obblighi. Volevo parlare di pace anche se sapevo di toccare un argomento di un certo peso, e l’ho etichettata come “pt.1” nel titolo perché voglio continuare a parlarne.

 

In “Airplane”, si possono sentire le voci degli altri membri dei BTS. Hanno contribuito anche loro al mixtape?

È stato davvero speciale. Siamo sempre stati insieme, lungo tutto questo viaggio, e sapevo che la loro voce nella traccia avrebbe portato più emozione alla canzone. All’inizio ho chiesto al membro, e mio amico, RM di produrre il riff per il brano. Lui ha accettato, e ha lavorato duramente per registrarlo. Tuttavia, continuavamo a pensare che il riff con solo la mia voce e l’editing avrebbero creato un maggiore impatto emotivo. Essendo d’accordo su questo, sfortunatamente il leader è rimasto confinato all’editing.
Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare nuovamente RM e tutti i membri. Ho le voci del gruppo e il rap di RM sul cellulare, e non vedo l’ora di metterli sui social per condividerli con tutti!

 

Sempre in “Airplane”, verso la fine, ti rivolgi agli haters: “A me non importa, sono felice/ ce l’ho fatta”. Senti davvero di avercela fatta, come artista?

Credo che “farcela” possa avere significati diversi, per persone diverse. Mentre scrivevo quei versi, ero su un aereo, per altro ero in prima classe. Ad un tratto ho realizzato di essere su di un aereo, nel mio sedile, a vivere la fantastica vita che, quando ero più giovane, potevo solo sognarmi, ma a cui ora sono abituato. Tuttavia, sia il j-Hope di allora, che quello di oggi, sono gli stessi. Sono sempre io. Ciò che penso sulla vita non è cambiato, ma il mondo che mi circonda si. Credo che ciò che mi abbia fatto dire “hey, forse ce l’ho fatta” sia stato il fatto di poter incontrare i miei fan in tutto il mondo, per poi ritornare il Corea. Per quanto mi riguarda, il mio successo lo misuro in base a quanto sono felice e al fantastico amore che sto ricevendo.

 

“Base line” è una traccia dal rap intenso, che ti vede rappare su una base piena di scratch. Cosa rappresenta questo brano per te? Qual è la tua “base line”?

Onestamente, non mi aspettavo molto da questa traccia. L’avevo pensata come interludio tra le canzoni. Credo non sarei mai potuto essere più rilassato di come ero mentre la scrivevo, ma una volta sentita la base mixata mi sono sorpreso. Può anche darsi che non sia nulla di speciale per gli altri (ride). Volevo solo raccontare di come ho iniziato, la “base line” della mia vita. Le persone non sanno esattamente di come io mi sia appassionato alla musica. Al momento, il mio punto di partenza (NdT. Base line) è la mia profonda gratitudine per la mia vita e il mio lavoro. Lo si nota anche dai miei testi: qualsiasi cosa faccia, proviene da questa mia profonda gratitudine.

 

“Daydream” sembra essere un brano molto personale, ma ha anche un beat molto accattivante sulla quale ballare. Quale storia ci racconta?

La gente mi conosce, so di essere un personaggio pubblico. Volevo dimostrare che dietro quel personaggio pubblico c’è un ragazzo del tutto ordinario di nome Jung Hoseok. Ho voluto usare questo brano come mezzo d’espressione di tutti quei desideri che tutti hanno, ma che io ho dovuto sopprimere e nascondere per aver scelto questa vita.
Sognare ad occhi aperti significa, ovviamente, sognare, da svegli, cose che per noi sono in genere irraggiungibili. Anche se questi sogni non si realizzeranno mai, potrò comunque portarli con me nella mia mente, in modo da confortarmi. Ho pensato che esprimere questo concetto nel modo sbagliato avrebbe reso il brano troppo pesante, quindi ho scelto una base allegra e divertente.

 

Dopo RM e Suga, tu sei il terzo membro dei BTS a rilasciare il suo mixtape. Chi sarà il prossimo?

Prima di tutto, trovo sia un grande onore avere avuto l’opportunità di realizzare questo mixtape. Tutti i membri hanno un grande interesse nel lavoro creativo, e hanno un’enorme passione per la musica, quindi non mi sorprenderebbe vedere uno degli altri rilasciare un mixtape. Al momento, siamo tutti concentrati sul nuovo album dei BTS. Stiamo continuando a lavorare, a creare nuove cose, e spero che voi possiate continuare a mostrarci il vostro amore, durante questa nostro emozionante viaggio.

 

 

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti.

[TRAD ITA] Blue Side (Outro)

Blue Side (Il lato Blu)

blue side outro_preview.png

Nei miei sogni blu
Vorrei ci fossi anche tu
Anche se dici di no
Nei miei occhi

Nei miei sogni blu
Vorrei abbracciarti
Anche se dici di no
Nelle mie braccia

Lato Blu
Torno al Lato Blu
Lato Blu
Torno al Lato Blu
Lato Blu
Torno al Lato Blu
Lato Blu
Torno al Lato Blu

 

 

Traduzione Italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti.

[TRAD ITA] Hangsang ft. SUPREME BOI

Hangsang (Sempre)

always_preview.png

Sempre con i miei fratelli, sì
Sempre con la mia gang, sì
Sempre con i miei fratelli, sì
Spacchiamo per le strade, spacchiamo per le strade

Quando attraverso il maledetto aeroporto
Salgo sull’aereo con i miei amici
Ogni giorno, io e i miei ragazzi spacchiamo
Ogni giorno, io e i miei fratelli spacchiamo

Sempre con i miei fratelli, sì
Sempre con la mia gang, sì
Sempre con i miei fratelli, sì
Spacchiamo per le strade, spacchiamo per le strade

Ultimamente ce la spassiamo
Uno stacca l’etichetta di Gucci
L’altro ha centinaia di Kaws
Uno non sa scegliere che casa comprare
È giusto, giusto così
Uscire dal pozzo e puntare solo al meglio
In questa padella vengono cucinati solo cibi amari
Solo la roba migliore, con gli amici migliori

La strada è rossa quando apro gli occhi
(Camminare, camminare, camminare)
Chiamate il Top da celebrità top
(Parlare, parlare, parlare)
Nei momenti come questi,
Sono sempre con i miei fratelli
Anche in futuro
Sempre con i miei fratelli
Il mondo sta al passo coi 7
Sempre insieme,
Spacchiamo

Sempre con i miei fratelli, sì
Sempre con la mia gang, sì
Sempre con i miei fratelli, sì
Spacchiamo per le strade, spacchiamo per le strade

Quando attraverso il maledetto aeroporto
Salgo sull’aereo con i miei amici
Ogni giorno, io e i miei ragazzi spacchiamo
Ogni giorno, io e i miei fratelli spacchiamo

Sempre con i miei fratelli, sì
Sempre con la mia gang, sì
Sempre con i miei fratelli, sì
Spacchiamo per le strade, spacchiamo per le strade

Tiro fuori il mio swag, ora me la spasso per il mondo
Tiro fuori il mio swag, me la spasso alla grande
Io e i miei ragazzi abbiamo raggiunto l’apice
Festeggiamo, facciamo festa ogni giorno
Frena, questo è il posto di J-Hope amico
Frena, da quando questo posto è tuo?
Hobalie hyung* li ha distrutti, quei poser di merda
Anch’io, anch’io, anch’io, anch’io

Finiamo sulle copertine
Ogni volta che sbattiamo le palpebre
Sulle classifiche, ci ho costruito casa
Gli haters faranno meglio a scappare
Carte di credito e colpi di karate chop chop
Io e i miei ragazzi siamo di nuovo i trend setter
Frena amico, ora sei tu il baepsae
Io e i miei amici siamo al top
BTS, ROCKBOTTOM, sì questo è il mio gruppo

Sempre con i miei fratelli, sì
Sempre con la mia gang, sì
Sempre con i miei fratelli, sì
Spacchiamo per le strade, spacchiamo per le strade

Quando attraverso il maledetto aeroporto
Salgo sull’aereo con i miei amici
Ogni giorno, io e i miei ragazzi spacchiamo
Ogni giorno, io e i miei fratelli spacchiamo

Sempre con i miei fratelli, sì
Sempre con la mia gang, sì
Sempre con i miei fratelli, sì
Spacchiamo per le strade, spacchiamo per le strade

Dettando legge, io e i miei amici camminiamo insieme
Abbiamo creduto solo in noi stessi, sin dai giorni da trainee
Ignorando le male lingue
Tutti erano nostri nemici
Nessuno era al nostro fianco
Ma la partita si è capovolta
Ora il mondo ci canta
Come in un karaoke
Noi cantiamo, balliamo, guardaci
Il mondo ci vuole
La nostra quotidianità è il successo
Proprio come sognavamo
Tutto ora è realtà
Ora è il nostro momento
Che si fottano i soldi

Le giustificazioni sono cibo per cani
(Gli haters) Abbaiano senza motivo
Sicuri come un cane
Inebriati dal loro coraggio, cercano di averla vinta, illusi
Bau bau a loro
Noi andiamo avanti con sicurezza
Raggiungendo mete e vincendo premi
Alla mia agenzia, sostegno
Ai miei fan, gratitudine
Col mio gruppo, sempre

 

*Uno dei soprannomi di Hobi

 

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti.

[TRAD ITA] Daydream

Daydream (Sogno ad occhi aperti)

daydream blog_preview.png

La mia personalità è divisa a metà, sai?
Una vita da celebrità, fatta di sacrifici, sai?
Dove non si assecondano i propri desideri, sai?

Vorrei poter piangere in pace, lo so
Vorrei divertirmi come un matto, lo
Vorrei sentire le emozioni dell’amore, lo so

Si lo so lo so lo so, perché io

Come pesci, si è abboccato
A quell’amo chiamato desiderio, nato dalla sete delle nostre vite
Via di fuga psicologica e universale
Non riesco a liberarmi.
No, rifiuto la realtà,
Insoddisfazione, non appartenenza
Nulla di tutto ciò
Amo la mia vita
Per una volta, vorrei provare a dipingere
Un quadro diverso della mia vita, una tela di sogni
Dormi

Vorrei sentirlo, sorpassando quella linea di confine
Laggiù
Come il buco in cui cadde Alice,
Come la strada per Hogwarts
Mi ritroverei in un mondo immaginario
Un mondo tutto mio
Tutto sarebbe come lo immagino
Ma non durerebbe per sempre
Merda

Affidandomi al cielo
Affidandomi a una cicatrice
Se c’è il sole
Voglio poter sognare
Affidandomi al cielo
Affidandomi a una cicatrice
Se c’è la luna
Non voglio svegliarmi

Il mio
Sogno ad occhi aperti
Sogno ad occhi aperti
Ultimo
Sogno ad occhi aperti
Sogno ad occhi aperti

E, se mi ubriacassi
Fino a stare male?
E, se uscissi
Senza pensare al lavoro?
Vivere la giovinezza
Giovani, spensierati e liberi
Anch’io voglio viverla

Ogni giorno, nessun guscio vuoto che cammina
Ogni giorno, voglio fare ciò che il cuore mi dice
Ogni giorno, Un esperto in amore che colpisce al cuore
Ogni giorno, lavoro sodo per realizzare il mio sogno
Ogni giorno, ignoro me stesso
Ogni giorno, voglio piangere senza imbarazzo
Lista dei desideri, numero 1:
Senza preoccuparmi dei soldi
Dormire profondamente

Vorrei sentirlo, sorpassando quella linea di confine
Laggiù
Come il buco in cui cadde Alice,
Come la strada per Hogwarts
Mi ritroverei in un mondo immaginario
Un mondo tutto mio
Tutto sarebbe come lo immagino
Ma non durerebbe per sempre
Merda

Affidandomi al cielo
Affidandomi a una cicatrice
Se c’è il sole
Voglio poter sognare
Affidandomi al cielo
Affidandomi a una cicatrice
Se c’è la luna
Non voglio svegliarmi

Il mio
Sogno ad occhi aperti
Sogno ad occhi aperti
Ultimo
Sogno ad occhi aperti
Sogno ad occhi aperti

Se mi chiedessi perché sogno
La risposta sembrerebbe un vanto
Metterei il sogno in pausa per un minuto
Così da sincronizzarlo al mio meccanismo
Ti direi che sto riposando
Cos’è, cos’è
Immergendomi in un sogno ad occhi aperti, nuotando per me stesso
Così, così
Tutte le mie impronte e fantasie

Se voglio qualcosa
Se ora voglio qualcosa
Se voglio qualcosa
Se ora voglio qualcosa
È un sogno ad occhi aperti
Loro sognano, sognano
È un sogno ad occhi aperti
Sogno ad occhi aperti sogno ad occhi aperti
Sogno ad occhi aperti sogno ad occhi aperti

Svegliati

 

 

Traduzione a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti.