[TRAD ITA] La sconvolgente dualità dei BTS

Nel 2020, la più grande band del mondo ha dato prova di eccellere tanto nell’imponente spettacolarizzazione quanto nelle loro relazioni più intime.

I BTS figurano ormai sulla scena della musica pop da molto tempo, così tanto che ci si potrebbe facilmente dimenticare, o sorprendere nello scoprire, gli anni che hanno passato sullo sfondo. Nel lontano 2014, per la festa del loro primo anniversario dal debutto, il gruppo di sette ragazzi ha festeggiato pulendo il piccolo dormitorio che condividevano e cucinando un buon pasto. Hanno registrato un video di loro stessi per i fan, mentre mettevano a bagno le alghe per una tradizionale zuppa di compleanno coreana, gonfiavano palloncini, passavano l’aspirapolvere nel salone e decoravano la torta. Il loro, allora diciannovenne, leader RM, tentava di pelare una cipolla. “Ragazzi, come fa mia madre a farlo ogni giorno” ha detto con tono imbarazzato. “I membri mi dicono sempre di non guidare o cucinare per il bene di tutti”.
 
Per nulla turbati dagli spazi stretti, sembravano emozionati dal perseguire insieme il sogno di una carriera. Guardare oggi questi video- a sei anni, sette album e numerosi record di distanza- non è solo un esercizio di nostalgia dei vecchi tempi per RM, Jin, Suga, j-hope, Jimin, V e Jungkook, ma è, prima di tutto, un promemoria di come la più grande band del mondo sia diventata così popolare, una lezione su come tirare fuori il massimo, dalle poche cose che si posseggono.
 
L’umiltà è stata utile nel 2020, un anno che ha fatto inginocchiare l’industria musicale, così come il resto del mondo. La pandemia coronavirus ha condotto alla cancellazione dei tour e alla chiusura degli stadi; quando i musicisti si sono esibiti, lo hanno fatto dalle loro case, o di fronte a nessun pubblico. Questa nuova realtà deve aver ferito i BTS, un gruppo conosciuto per i loro spettacolari ed energici concerti. (L’anno scorso, hanno fatto sold out allo stadio Wembley di Londra in 90 minuti). Abituati a brillare su ricchi palcoscenici davanti a decine di migliaia di persone, si sono ritrovati improvvisamente a registrare per delle apparizioni televisive nella loro sala prove, e ad eseguire le grandiose coreografie del loro comeback con solo il sostegno dello staff. Ma, nonostante i BTS non siano più un gruppo esordiente di una piccola compagnia, i loro inizi modesti li hanno preparati ad avere successo durante un anno che avrebbe distrutto le loro ambizioni.
 
Originariamente, per il 2020 era stato promosso il tour di Map of the Soul: 7, l’album più sofisticato del gruppo fino ad ora, e lo stesso che i fan speravano portasse le pop star alla loro prima nomination ai Grammy. “Abbiamo incontrato delle difficoltà quest’anno” mi ha detto Jin in una recente intervista tenuta per posta con il gruppo. “La maggior parte dei piani che avevano programmato due anni fa sono andati in fumo, ma nel frattempo abbiamo lavorato sodo e… siamo riusciti a fare qualcosa di importante”.
 
Per i BTS, qualcosa di importante è essere nominati per un Grammy, mesi dopo essersi esibiti ai Grammys- ed essere il primo gruppo coreano a fare entrambe le cose. Hanno rilasciato il loro album BE, il quinto album consecutivo ad ottenere il numero uno nella Billboard Hot 200. Hanno ottenuto tre canzoni al n. 1 nella Hot 100, tra cui , il loro primo singolo totalmente in inglese “Dynamiye” e il loro cavallo meno quotato, la loro hit “Life Goes On”. Nonostante “Dynamite” si è rivelata essere fino ad ora la più grande canzone dei BTS, RM ha detto che l’ultimo traguardo lo ha reso “Felice il doppio, perché, come hai detto tu, era una canzone in coreano. È un onore che ci è stato concesso dai nostri fan.” A differenza di “Dynamite”, “Life Goes ON”, a livello virtuale, non è stata passata in radio, quindi sono stati gli acquisti e gli stream dei fan ad averla spinta in vetta alle classifiche, rendendola la prima canzone in coreano a raggiungere un tale traguardo.
 
Il linguaggio iperbolico che oggi circonda i BTS (fenomeno globale! successo K-pop! Primo atto coreano a…!) può oscurare il fatto che il gruppo non necessiti di grandi stadi o set list da urlo per raggiungere il pubblico. Si sentono a loro agio a parlare con i loro fan attraverso dirette spontanee in pigiama e a postare cover spoglie su Twitter. Inoltre, diversamente da molti gruppi idol, i membri dei BTS hanno sempre affrontato il tema della salute mentale nei loro testi e nelle loro dirette. Quel candore è stato toccante quest’anno in particolare, in quanto hanno parlato del sentirsi arrabbiati, impotenti e depressi.
 
Per il suo compleanno all’inizio di questo mese, Jin ha rilasciato un brano solista intitolato “Abyss”, con allegato una nota da parte sua scritta in seguito ad un periodo di forte esaurimento dicendo di essersi rivolto anche a sedute di terapia a causa di pensieri ansiosi. Quando ho chiesto se avesse trovato questa onestà difficile da esprimere, ha obiettato. “Non so se sia stato difficile condividere queste informazioni.” ha detto Jin. “Ritengo che la musica sia semplicemente un’altra forma di espressione. Se non avessi scritto il testo sul blog, credo che le persone avrebbero potuto solo indovinare che fossi in uno stato simile.” Mossi dalle sue parole e dalla delicata bellezza della canzone, i fan hanno condiviso i loro conflitti sui social media. “Se non sai come affrontare la tua salute mentale, va bene tenerselo per sé.” ha detto Jin. “Ma se non lo fai, penso sia un bene aprirsi, perché potresti avere qualcuno al tuo fianco che sappia come gestire la questione.”
 
Questa settimana ha portato con sé un duo di rilasci a sorpresa su SoundCloud, anch’essi con l’obiettivo di portare conforto: “Christmas Love” di Jimin e “Snow Flower” di V. Jimin, per accompagnare il suo vivace, nostalgico brano, ha scritto un messaggio esprimendo la gioia che prova malgrado gli script imposti dall’età adulta: “Piuttosto che ripudiare i tuoi sentimenti denominandoli ‘imbarazzanti’ o ‘infantili’ come spesso facciamo, mi auguro che arrivi il giorno in cui potremo sentirci bene nel provare queste emozioni insieme.” Nella sua nota per la canzone dal suono dolcemente jazz, “Snow Flower”, V ha scritto: “Quest’anno il tempo è sembrato fermarsi, e penso che ci saranno molte persone che provano più ansia e depressione con l’avvicinarsi della fine dell’anno. Almeno per oggi, spero che i fiori bianchi possano scendere posandosi sui vostri cuori e che possiate sentire anche un po’ più di caloroso conforto e di felicità.”
 
Contro questo scenario di vulnerabilità, i BTS inoltre offrono sollievo al loro pubblico attraverso performance appariscenti. Con il tour posticipato a tempo indeterminato, hanno riconfigurato le loro canzoni in modo che fosse possibile consumarle online. Una performance estiva confortevole e un concerto autunnale di due giorni, che ha visto la partecipazione di quasi 1 milione di spettatori, hanno sperimentato i confini degli show virtuali in diretta. “Non credo che la nostra musica o la nostra performance siano state limitate, ma è solo il modo in cui esprimiamo la performance migliore ad essere cambiato.” ha detto V riguardo al periodo pandemia del gruppo. Nel 2019, una delle performance migliori dei BTS è stato un set di 37 minuti per i Melon Music Awards della Corea del Sud, con la partecipazione di cavalli, sette performance soliste, una dance break da far collassare i polmoni, e un mare di altri elementi. Nel 2020, molte delle loro performance migliori sono state assai più contenute, ma non meno memorabili. Per il The Late Late Show With James Corden, hanno cantato “Life Goes On” camminando (grazie alla magia dell’editing) attraverso la stessa stanza ripetutamente, comunicando la claustrofobia data dalla vita in quarantena.
 
Quando i BTS sono tornati ai Melon Music Awards quest’anno, non hanno stupito con la portata, ma con la coreografia precisa. Jimin e Jungkook hanno eseguito un delizioso e tecnicamente difficile pas de deuxdurante la canzone “Black Swan”. Inoltre il gruppo ha svelato una dance break per “Dynamite” alla Micheal Jackson, della quale non si ha mai abbastanza. “Ad essere onesto, penso che quella performance sia stata vicina alla perfezione.” mi ha detto J-Hope. Questo significa molto, detto dal dance leader conosciuto per la sua meticolosità. “Non è stato qualcosa che avrei potuto fare da solo, ma era tutto in sintonia — i costumi, le luci, la coreografia, le inquadrature e i membri.”
 
In alcuni casi presentare la “miglior performance” ha significato non ballare per niente. Per il loro NPR Tiny Desk Concert a settembre, i BTS hanno eseguito tutto il loro set (per la maggior parte) da seduti. In più “Life Goes On” è la loro prima title track a non avere una coreografia ufficiale. “Pensiamo che il sentimento dietro la canzone si abbini meglio senza coreografia,” ha detto Suga riguardo al singolo sottostimato, il quale dà l’impressione che sia stato scritto non da un idol ai propri fan, ma da un essere umano ad un altro. Il resto di BE dà la stessa impressione — grezzo e personale, come un mixtape designato ai tuoi amici più stretti. Nel suo verso di “Life Goes On”, Suga fa riferimento ad una canzone magnificamente introspettiva del suo ultimo mixtape, intitolata “People”, il quale testo parla similmente del prendere una posizione ottimista nei confronti dei capricci della vita. “Il messaggio di ‘People’ era qualcosa tipo ‘e allora? la vita va avanti comunque’ quindi ho voluto estendere quel messaggio” ha detto Suga.
 
Alla fine del 2020, con l’inizio della distribuzione del vaccino, l’idea che la vita continui potrebbe sembrare più verosimile di una volta. Per i BTS, come per tutti gli altri, il prossimo anno sembra ancora sfocato, ma almeno ha un chiaro punto di partenza. “Il 2021 inizia con i Grammy”, ha detto J-Hope. “Dicono che il primo passo [dell’anno] è importante, quindi spero che otterremo buoni risultati lì”. I BTS sono nominati per la migliore performance pop di gruppo/duo per “Dynamite” e dovrebbero esibirsi, anche se molti fan sono rimasti delusi dal fatto che Map of the Soul: 7 non abbia ricevuto nessuna nomination. “Sarebbe un tale onore guadagnare un riconoscimento per il nostro album un giorno”, ha detto il gruppo.
 
I BTS sperano che il resto del 2021 porti con sé la possibilità di tenere concerti dal vivo. “Voglio mostrare ai nostri fan la nostra performance di ‘On’”, ha detto Jungkook della loro canzone coreografata più stravagante. “Se i fan vogliono vedere ‘Louder Than Bombs’, ovviamente possiamo fare un’esibizione anche di quella”, ha aggiunto. Si prevede inoltre che l’anno a venire produca più lavori da solista, compresi i progetti molto attesi di V e Jungkook. “Quest’anno è stato impegnativo, quindi non sono riuscito a trovare molto tempo per lavorarci. Cercherò di perfezionarlo il prossimo anno”, ha detto V circa il suo mixtape. “Quando riesamino le canzoni che ho fatto, non sono completamente soddisfatto. Quindi onestamente non lo so ancora!”, ha detto Jungkook sull’uscita del suo disco, sebbene abbia scritto o prodotto diverse canzoni quest’anno, inclusa l’incantevole ballad “Still With You”.
 
Qualunque cosa accada ai Grammy, la nomination di “Dynamite” è un avvenimento importante. Come ha affermato Jimin in una recente intervista per Vanity Fair, “In tutto il mondo, quando le persone ci guardano, potrebbero non sapere da quale paese veniamo. Potrebbero non sapere da quale piccola città rurale proveniamo noi zoticoni. Eppure, eccoci sul palco più alto, in corsa per vincere un premio”. Quel simbolismo del palcoscenico dei Grammy, la legittimità che conferisce, è reale. Ma l’umile passato dei BTS è sempre presente. Sembrano, in ogni momento, ricordare da dove vengono, anche se cercano di non essere limitati dall’etichetta del K-pop. “Il produttore Bang [Si-hyuk] una volta mi ha detto che ero ‘locale’ e penso che che mi descriva accuratamente”, mi ha detto RM, riferendosi al fondatore dell’etichetta dei BTS, la Big Hit Entertainment. “Sono anche consapevole che, in quanto millennial, limitarci a una singola regione non è auspicabile”. Con i BTS, l’unica costante è la loro dualità — sono “locali” ma globali, outsider dell’industria ma dall’interno, abili tanto nelle relazioni intime quanto nello sfarzo.
 
Quest’anno avrebbe potuto essere molto diverso per i BTS se il loro legame non fosse stato forgiato nel crogiolo di quei primi anni. “Quando la vita si fa dura o è difficile trovare la giusta motivazione, ciò che mi fa andare avanti sono le relazioni e l’energia che ricevo da loro — i nostri membri, le persone intorno a me e i nostri fan sono tutti così preziosi”, mi ha detto Jimin. Il suo sentimento è ben raccontato nella traccia di BE, “Skit”, che documenta la reazione del gruppo all’apprendimento del loro primo, primo posto nella Hot 100. I membri urlano e scherzano sul fatto di saltare le prove di danza per prendersi un drink. La traccia termina con RM che chiede a J-Hope: “Hope-ah, non credi che sia questa la felicità?”
 
Sei anni fa, i BTS si sono riuniti per una specie di festeggiamento più tranquillo. Alla fine del video sul loro primo anniversario, si siedono sul pavimento della loro stanza intorno ad un tavolo pieno di cibo delizioso, ridendo. Cantano “Tanti Auguri” a se stessi. Poi, insieme, iniziano a mangiare. Anche quella sembra felicità.
 
Traduzione a cura di BTS Italia | @BTSItalia_twt (©Abi, Rebecca, Mary).
Prendere solo con crediti.

[TRAD ITA] Dream Glow – BTS (Jin, Jimin & Jungkook) ft Charli XCX (BTS WORLD OST Part 1)

Passo tutta la vita
Seguendo la notte
Non posso vedere i segnali di stop
che cosa dirai?
Hey
Vagando pacatamente
Dritto nei miei sogni
È tutto quello che vedo
Che cosa dirai?
Hey

Sento sempre qualcosa di più grande
Qualcosa di davvero folle
Continua a brillare
Rendilo più splendente di un riflettore
Hey Hey
A volte mi fermo e guardo
Seguo i miei sogni proprio lì
Lo scintillio di un sogno
Alcune volte i miei sogni si realizzano
Altre volte vanno in fumo
Lo scintillio di un sogno
Hey hey

Le ginocchia sbucciate che i bravi ragazzi,
facili da crescere, nascondevano
Hey
La mia costellazione è dei frammenti di sole
Una splendida, oscura, danza d’ombra.
Hey
Senti la luce nel tuo cuore
Che non è mai stata raffreddata
Non posso perdere contro qualcuno che non ho mai battuto.
Hey Hey

Il futuro brillante eh eh eh
Fermati per un attimo eh eh eh
Splenderà
Hey Hey
I miei sogni rimangono qui eh eh eh
Non lascerò mai andare il mio sogno eh eh eh
Hey hey Brillerai hey hey
Apri le tue ali verso l’alba scura
Continua a brillare
Rendila più splendente di un riflettore
Hey Hey
Lo scintillio di un sogno

A volte mi fermo e guardo
Seguo i miei sogni proprio lì
Lo scintillio di un sogno
I miei sogni rimangono qui eh eh eh
Non lascerò mai andare il mio sogno eh eh eh
Hey hey brillerai
Hey hey brillerai
Hey Hey

LINK STREAMING

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. 
Prendere solo con crediti.

[TRAD ITA] Discorso di ringraziamento per il Daesang ai The Fact Music Awards

RM: A tutti gli ARMY, grazie!

È merito dei nostri ARMY se ci è stato permesso di camminare sul red carpet in questo tiepido clima primaverile, così come hanno detto anche altri artisti, e avere l’opportunità di vincere questo premio così importante.

Davvero, vivo ogni giorno con il cuore colmo di riconoscenza.
Ogni giorno, quando mi alzo, penso che ci sarebbe stata la possibilità per noi di non essere insieme, e penso alla possibilità che l’album che stiamo ora promuovendo, PERSONA, non sarebbe potuto uscire – vivo pensandoci spesso.

Ma stando qui, voglio ringraziare i miei membri. In questi giorni sono stato occupato, perciò mi è stato difficile dirlo, ma abbiamo passato così tante cose, ad altre siamo diventati insensibili;
non dimentichiamoci di quando ci siamo uniti la prima volta come Bangtan perché ci piaceva la musica, ci piaceva esibirci e non dimentichiamo l’espressione che abbiamo visto l’un l’altro, sui nostri volti.
Ed è in questo modo che voglio dirvi grazie per essere con me, ed anche in futuro, anche se non so fino a quando staremo insieme, voglio dire “Diamoci da fare!”.

Lo slogan per i The Fact Music Awards è “Che gli artisti risplendano, che i fan si divertano”, ed anche se potrebbe sembrare un po’ arrogante, quando ci esibiamo con impegno, sarebbe bello essere anche solo un po’ di quella luce (che risplende). Vi amo, lavoreremo sodo. Grazie!

 

JUNGKOOK: Per quanto riguarda questo Daesang, voglio per prima cosa esprimere la mia gratitudine e riconoscenza.

Poi, come ho detto alla conferenza stampa, con lo scorrere del tempo, così come – sono sicuro – voi siate curiosi per quanto riguarda noi, allo stesso modo anche noi vogliamo sapere tutto su di voi, quindi penso che questo album sia potuto nascere proprio grazie al fatto che abbiamo parlato di questo.

All’inizio ne ho parlato anche con Bang PD-nim, e anche se in altri album precedenti ci sono canzoni dedicate ai fan, quest’album – questo intero album – è veramente colmo delle cose che volevo dire, e visto che ho potuto trasmettervi il mio cuore, è stato molto significativo e mi ha fatto sentire bene.

 

JIN: Ah, oggi è la terza volta che faccio un discorso.

Questa volta sarò breve: per me gli ARMY sono diventati come un raggio di luce, così io, ed anche i Bangtan, lavoreremo sodo per diventare la vostra luce. Grazie!

 

J-HOPE: Anche io sarò breve, ma d’impatto. Per dire come stanno i fatti ai The Fact Awards, siete voi che avete creato questo momento; noi esistiamo perché voi esistete. Grazie di cuore, vi amo!

 

V: Nostri ARMY! Non posso parlare a lungo, quindi sarò breve. ARMY, guardate solo cose belle, indossate solo cose belle e mangiate solo buon cibo!

Vi ringrazio per tutti questi premi! Vi amo!

 

SUGA: Ah, sì, dietro di noi nel VCR possiamo vedere i ricordi dal 2013, e porta con sé un sentimento unico.

Davvero, vi ringrazio per averci dato questo premio importante ai 1° The Fact Music Awards. Vi sono molto riconoscente! Vi amo!

 

JIMIN: Visto che l’anno scorso ci avete incitato così tanto, quest’anno sta andando così (bene) e vi abbiamo voluto fare un regalo con il nostro album – Lo state ascoltando?

Con la canzone chiamata “Una poesia per le piccole cose” (Boy With Luv) stiamo provando a volare più in alto, più lontano. Penso che insieme a voi potrei andare ovunque. Vi ringrazio per essere sempre al nostro fianco, vi amo. Grazie!

Fonte: doyou_bangtan 
Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (Naive~)
Prendere solo con crediti.

[TRAD ITA] Ringraziamento per il premio “Best Concert” agli E-Daily Culture Awards 2019

HOSEOK:
Prima di tutto, ai nostri ARMY, vorremmo dire una parola di ringraziamento. Così come (il presentatore) ha detto, 3 anni fa siamo venuti a presentare un premio, ma riceverlo nella categoria “Concerti” è davvero significativo.
Attualmente stiamo ricevendo tanto amore e sostegno da tutte le parti del mondo attraverso il Love Yourself World Tour. È come se, ricevendo questo premio, felicità e onore fossero raddoppiati.
E per questo maggio, il Love Yourself Stadium Tour è programmato. Nord America, Sud America, Europa e Giappone. Abbiamo in programma di conoscere molti fan quindi vi chiediamo di attenderci, con grandi aspettative ed amore. E senza dimenticare la nostra natura, e soprattutto dopo aver ricevuto questo premio, diventeremo dei BTS che mostrano esibizioni migliori. Grazie.

(Il presentatore chiede qualche “intuizione” per l’imminente presentazione del Daesang)

YOONGI:
Non ho nessuna particolare “intuizione” ma se lo ricevessimo lo accetteremo come un onore e lavoreremo ancora più duramente.

(Il presentatore chiede dei pareri sulle cover dei BTS svolte durante lo show)

JUNGKOOK:
In passato, vedevo persone esibirsi per strada ad Hongdae e a quel tempo, lo facevano con le nostre canzoni. Era così allora e lo è anche oggi, non sono sicuro di quanti anni abbiano, ma così come me, con il sogno di diventare cantanti, quelle persone vedono un piccolo palcoscenico come qualcosa di prezioso e lavorano sodo.
Mi è venuto in mente questo pensiero e mi sono ricordato di molti avvenimenti del passato.
Grazie mille anche per esservi esibiti con la nostra performance e per favore continuate ad impegnarvi con costanza, spero che riusciate a realizzare molti dei vostri sogni.

(Il presentatore chiede un messaggio per gli ARMY presenti)

JIMIN:
Oggi siamo riusciti a ricevere un premio nella categoria “Concerti”. Visto che molti di voi sono venuti qui per noi, ho pensato che non sarei stato nervoso, ma penso di esserlo lo stesso. Vi ringrazio davvero tanto per il vostro sostegno. Per favore, non scordate che i nostri concerti esistono soltanto grazie a voi, ed ovviamente, il premio che abbiamo ricevuto oggi è anche il vostro.

Fonte: cafe_army
Traduzione italiana a cura di BTS Italia (Katia)
Prendere solo con crediti.

[TRAD ITA] 약속 (Promise) by Jimin

Seduto da solo a terra
Mi faccio travolgere da pensieri sempre più ingombranti
Da quanto mi stai facendo del male?
Non lo sai nemmeno tu.

Anche tu soffri perché sei mia
Voglio solo lasciarti senza fiato
Ma di nuovo, così ti allontani solo di più

Anche se dico di star bene
In realtà forse non è così

Voglio che tu sia la tua luce, baby
Tu dovresti essere la tua luce
Così da non soffrire più
Così da poter sorridere.
Voglio che tu sia la tua notte, baby
Potresti essere la tua notte
Così che questa notte possa essere onesta con te.

Anche tu soffri perché sei mia
Voglio solo lasciarti senza fiato
Ma di nuovo, così ti allontani solo di più

Anche se dico di star bene
In realtà forse non è così

Voglio che tu sia la tua luce, baby
Tu dovresti essere la tua luce
Così da non soffrire più
Così da poter sorridere.
Voglio che tu sia la tua notte, baby
Potresti essere la tua notte
Così che questa notte possa essere onesta con te.

Adesso, promettimi:
Anche se durante il giorno ti senti spesso sola
Non buttarti via.

Ora, fermati un istante
Intreccia il tuo mignolo col mio
E promettimelo.

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti.

I BTS ED IL FUTURO: UN QUADRO PIU’ INCLUSIVO E DIVERSIFICATO DEL POP

12 Settembre 2018

La rinomata critica Jessica Hopper aveva una volta proposto di “rimpiazzare la parola “fangirl” con “esperto”” e osservarne gli effetti. Questo tweet, spesso citato ma oramai cancellato, era una critica a come le giovani ragazze siano derise per la fervente passione dei loro fandom, a come il termine “fangirl” sia usato con sprezzo e di come la musica amata da queste ragazze (così come la loro grande conoscenza in questo campo) sia del tutto ignorata e non presa sul serio. Tuttavia, i numerosi esempi tra cui Beatles, Justin Timberlake, Harry Styles e The 1975, mostrano come queste giovani, quando si parla di fenomeni musicali destinati a diventare dei punti di riferimento, siano spesso state lungimiranti e, per così dire, “le prime ad arrivare e le ultime ad andarsene”.

 Il 2018 sembra essere segnato da un altro di questi momenti: con i BTS.

Anche senza essere grandi fan delle ultime tendenze del pop, è davvero impossibile non conoscere i BTS. Il loro album Wings, rilasciato nel 2016, ha debuttato al numero 26 della Billboard 200, aggiudicandosi così la posizione più alta mai raggiunta da un gruppo K-pop in America, mentre il loro album Love Yourself: Her, pubblicato nel 2017, ha raggiunto la posizione numero 7, diventando l’album con la posizione più alta mai raggiunta da un artista asiatico in una classifica americana.

Questi record erano destinati ad essere infranti dal gruppo stesso, che quest’anno ha raggiunto la vetta della BB200 sia con il loro album Love Yourself: Tear, che con la sua versione repackaged, ossia Love Yourself: Answer. A tutto questo, va anche aggiunto lo status di infrangitori di record nel loro paese natio.

 

Tuttavia, anche se i numeri sono esorbitanti, ciò che è davvero interessante è la storia di come questo gruppo sia riuscito a raggiungere questi traguardi. In primis, i membri si sono rifiutati di passare dal coreano all’inglese e, anche se alcune parti delle loro canzoni sono in inglese, i testi sono rimasti prevalentemente in coreano.

Questo aspetto, in un mondo “post-Despacito”, sembrerebbe diventare sempre meno importante negli Stati Uniti, dove la musica in lingua straniera sembra non essere più una novità, ma più un salto nel futuro. Prima dei BTS, molti artisti k-pop avevano tentato di irrompere nel mercato americano cercando di scendere a compromessi sia sul sound, che sulla lingua, senza avere successo. I BTS invece ci sono riusciti rimanendo loro stessi e, come RM ha confessato al Los Angeles Times quest’anno, il sospetto è che i loro fan più sfegatati “non vorrebbero vederli cantare in un’altra lingua” e che l’uso del coreano sia “parte integrante della loro identità”.

Con l’inizio del tour americano, partito a Los Angeles la settimana scorsa, la boy band ha fatto il tutto esaurito per quattro serate di seguito allo Staples Center, un’arena che li mette sullo stesso livello di artisti come Taylor Swift, Drake e Bruno Mars. In pratica, se volessero, riuscirebbero a vendere abbastanza biglietti da riempire uno stadio, cosa che probabilmente faranno la prossima volta che visiteranno LA. Nonostante la popolarità in continua crescita e la loro vasta importanza, il concerto finale di domenica sera aveva un’aura di grande riservatezza.

Questo sembrerebbe essere il vero punto: questi show sono luoghi di incontro per i cosiddetti ARMY, un posto in cui la stragrande maggioranza dei presenti, armata del suo fedele (e ufficiale) BTS Lightstick in versione 3.0, arriva alle 15.30 del pomeriggio anche se le porte aprono solo alle 18.00 pronta a riunirsi alle sue sorelle (e fratelli). Non ha importanza il fatto che molti dei bar e degli altri luoghi di ristoro dell’arena non si siano nemmeno preoccupati di tenere aperto per la serata, perché 30 minuti prima dello show, gli atrii sembrano delle città fantasma, gran parte del merchandising è già esaurito e gli spettatori urlano a squarciagola per riscaldarsi mentre sono intrattenuti dai video dei BTS.

© BIG HIT ENTERTAINMENT

Proprio quelle urla non cesseranno per tutta la durata del concerto (2 ore), al punto che mi è stato difficile pensare ad un concerto che sia stato più rumoroso di questo. Sono contagiose, in genere scaturite dall’immagine di uno dei membri sullo schermo, da una dimostrazione di affetto di uno dei membri verso il pubblico o tra di loro, o come reazione ad una parte di una canzone che semplicemente spacca. Per tutta l’arena si potevano osservare dei cartelloni fatti a mano per i ragazzi, con tanto di luci di natale attaccate, in pieno stile coreano.

Anche se il fandom coreano era ben rappresentato (l’area di Los Angeles ha la comunità di coreani-americani più grande degli Stati Uniti), è stato fantastico vedere l’audience essere così multiculturale, e quanto poco interessasse la barriera linguistica quando si trattava di cantare insieme al gruppo.

Oramai è abbastanza comune vedere un flusso in uscita dagli Stati Uniti, dove le canzoni in inglese non hanno problemi a trovare un’audience, ma sentire migliaia di ragazzi provenienti da differenti background urlare, ripetere slogan e cantare in coreano è stato, beh, rivoluzionario.

Il punto di forza dei BTS è che la loro musica parla il linguaggio universale dei trend del pop. Anche se non capisci esattamente ciò che dicono, puoi di certo riconoscere le influenze trap nella delivery della mastodontica Fake Love, così come è impossibile non notare quel synth alla Chainsmokers nella canzone solista di Jungkook, Euphoria (influenza del tutto comprensibile, visto che Andrew Taggart ha prodotto per loro in passato). I pop trend girano il mondo e, più di tutti prima di loro, i BTS sono stati abbastanza scaltri da sfuggire ai tradizionali e sicuri versi alternati fatti con lo stampino per produrre musica che riflette i tempi odierni. Tutto ciò ha sicuramente molto a che vedere con il fatto che i BTS producono e scrivono gran parte della loro musica.

Per quanto riguarda lo show, è stato quell’enorme esperienza multisensoriale che ci si aspetta dai più grandi artisti del pop. Si sono visti fuochi d’artificio, fiamme, coriandoli e stelle filanti, così come giochi di colore messi in atto grazie alle migliaia di lightstick. Ogni membro del settetto si è esibito in una performance solista, in cui Jimin ha dimostrato il suo lato dolce e sensuale e J-Hope ha espresso il suo lato hip-hop più genuino. Ogni paio di esibizioni soliste, il gruppo si riuniva sul palco per essere sicuro che il pubblico stesse tenendo il passo, mettendo così insieme le parti di un programma ben studiato.

E gli esperti che si sono riuniti per godersi lo spettacolo, che non si sono fatti sconvolgere da un padre troppo affettuoso che riprende ogni loro minima reazione con il suo iPhone o che non si vergognavano di mostrare il loro lato emotivo, hanno avuto l’esperienza della vita. Questi ragazzi e queste ragazze non tengono minimamente in considerazione che il loro fandom potrebbe teoricamente spostare delle montagne, e che i loro gusti musicali stanno stabilendo l’asticella per gli anni a venire. Per i loro fan, i BTS sono una luce brillante che aggiunge sapore alla loro vita, il faro che li aiuta a navigare in tempi in cui i momenti brutti sono ricordati tanto quanto quelli belli. Non sanno che il loro fandom, che le loro conoscenze, potrebbero star cambiando il mondo, accompagnando un periodo in cui la musica proveniente da ogni parte del mondo ha una chance di trovare il proprio posto nei tanto desiderati Stati Uniti.

 

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (©Bea)
Prendere solo con crediti
Fonte: UPROXXTR

[TRAD ITA] Serendipity (Full Length)

Tutto questo non è coincidenza
Riesco solo, solo a percepire ciò
Tutto il mondo mi appare diverso rispetto a ieri
Solo, solo con la tua felicità

Quando mi hai chiamato
Sono diventato il tuo fiore
Come se lo stessimo aspettando
Siamo sbocciati fino a farci male

Forse è il volere del destino
Doveva andare così e basta
Tu sai, io so
Tu sei me, io sono te

Per quanto il mio cuore batta all’impazzata, sono preoccupato
Il destino è geloso di noi
Proprio come te, sono così spaventato
Quando mi vedi, quando mi tocchi
L’universo si è spostato per noi
Non c’è stata nemmeno una piccola mancanza
La nostra felicità era predestinata

Perché tu mi ami
E io amo te

Sei la mia penicillina
Mi salvi
il mio angelo, il mio mondo
Sono il tuo gatto calico
Sono qui per vederti
Ora amami, ora toccami

Permettimi soltanto di amarti
Permettimi soltanto di amarti
Sin dalla creazione dell’universo
Tutto era già stato deciso
Permettimi soltanto di amarti

Sei la mia penicillina
Mi salvi
il mio angelo, il mio mondo
Sono il tuo gatto calico
Sono qui per vederti
Ora amami, ora toccami

Permettimi soltanto di amarti
Permettimi soltanto di amarti
Sin dalla creazione dell’universo
Tutto era già stato deciso
Permettimi soltanto di amarti

Ora, vienimi accanto
Diventiamo un “noi”
Non voglio lasciarti andare, no
Accetta che le cose vadano così
Infondo puoi sentirlo anche senza parlare

Le stelle ci circondano, sospese, stiamo volando
Decisamente non è un sogno
Non tremare, piuttosto, afferra la mia mano
Ora stiamo diventando un “noi”

Permettimi di amarti

Permettimi soltanto di amarti
Permettimi soltanto di amarti
Sin dalla creazione dell’universo
Tutto era già stato deciso
Permettimi soltanto di amarti

Permettimi di amare
Permettimi di amarti
Permettimi di amare
Permettimi di amarti

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti.

180404 Intervista An°An (J-Hope x Jimin x V)

WhatsApp Image 2018-04-04 at 00.52.18Parola chiave: (sogno)

D: Sogni spesso? Qual è stato il tuo sogno più recente?

TH: Sogno moltissimo, tanto che sogno anche solo quando mi appisolo (ride). La cosa strana è che, anche quando mi sveglio nel bel mezzo di un sogno, lo riesco a continuare quando mi rimetto a dormire. Come con una serie TV. È bello se si tratta di un bel sogno, ma quando faccio incubi sono tipo “quel sogno poi ritornerà…” ed esito un pochino. L’altro giorno, ho sognato di essere in un’aula mentre indossavo un’uniforme scolastica. Lo staff e i membri sono comparsi! Non ricordo che cosa stessimo facendo, ma stavano tutti ridendo, perciò sarà stato probabilmente un sogno meraviglioso.

Parola chiave: 雨の時も雪の時も “sia nella pioggia che nella neve”

D: Soleggiato, Nuvoloso, Piovoso, Innevato… qual è il tuo clima preferito?

TH: In questi giorni mi piace la pioggia. L’altro giorno, mi ha dato una bella sensazione lasciare che la pioggia cadesse su di me, senza ombrello. La conosce la nota scena dell’urlo nel bel mezzo di una tempesta di pioggia utilizzata nelle serie TV? Vorrei viverla. Probabilmente mi prenderei un raffreddore (ride). Vorrei unirmi alla pioggia ed esprimere tutte le mie emozioni. La musica di sottofondo sarebbe ‘Rain’ dei BTS. Quella è l’unica canzone dei BTS che andrebbe bene con la pioggia. Nei giorni soleggiati, mi capita di ricordare di quando aspettavo che il sole sorgesse insieme a mia nonna, con una tazza di tè Yuzu in una mano, nel parco. Nonna, mi manchi.

6Parola chiave: 僕が変わった(sono cambiato)

D: Come ti definiresti “cambiato”, o “non cambiato”, nel corso degli anni?

TH: Sono diventato più calmo ultimamente. Non c’è un motivo particolare, ma ora ascolto la musica in maniera più attenta. Inoltre ora ho voglia di imparare più l’inglese. Quando ho partecipato ad una cerimonia di premiazione in America l’anno scorso, ho pensato “Vorrei parlare molto più con la mia propria voce”. Ho in piano di iniziare imparando le parole più in voga. Il mio amore per i videogiochi da combattimento non è cambiato. A volte gioco con Jimin o Jungkook. È un combattimento a squadra, ma spesso uso un oggetto, vado avanti per conto mio, e faccio saltare tutto in aria perciò si arrabbiano sempre con me.

  • ••

2

Parola chiave: 無理(impossibile)

D: Se dovessi chiedere un favore ad uno dei membri, a chi chiederesti?

JM: (puntando alla foto) Ambarabà Ciccì Coccò… RM! Scherzo, perché se mi trovassi veramente in una situazione difficile, tutti i membri capirebbero e mi aiuterebbero, perciò non ci sarebbe alcun problema nel chiedere a tutti. Dimentico molte cose, perciò quando mi dimentico di portare il mio portafoglio mentre sono in giro a fare shopping mi prestano gentilmente il loro, e ascoltano sempre in caso volessi parlare di qualcosa. Condividiamo e comprendiamo tutto indipendentemente da quel che succede.

Parola chiave: 恐れ(paura), 捨てる(disfarsi)

D: Qual è la tua paura più grande? Qual è la cosa che vorresti buttare via di più al mondo?

JM: I fantasmi sono spaventosi. Una volta ne ho visto uno nel mio dormitorio quando ero ancora un trainee. Mentre ero in piedi a lavarmi i capelli, ho sentito qualcosa scivolare fra le mie gambe… Ho chiamato pensando fosse RM hyung ma non ho mai ottenuto risposta, e tutti stavano dormendo, dopo un’occhiata veloce. Non l’ho mai detto ai membri. Non mi crederebbero mai (ride). Non ci sono molte cose che vorrei buttare via. Sono molto minimalistico, perciò non sarei in grado di vivere se buttassi via altre cose… (ride)

4

Parola chiave: 甘すぎる(troppo dolce)

D: Quali sono i tuoi dolci preferiti? E chi è “dolce” con i membri?

JM: Alle superiori, nelle due ore che impiegavo da scuola alle lezioni di ballo, ero solito mangiare una barretta al cioccolato. Perfino ora, anche se non quanto prima, ho il bisogno di mangiare una barretta di cioccolato ogni volta che mi sento felice. RM hyung e Jungkook amano i dolci. Spesso assisto mentre li vedo mangiare dolci nella sala prove. Sono bravo ad aiutare i membri, ma mi piacciono anche V e Jungkook quando sono ossequiosi con me. Ma indipendentemente dall’età, offriamo sempre aiuto  l’uno all’altro.

  • ••

3

Parola chiave: DNA

D: Con chi della famiglia o dei membri dei BTS senti di avere lo stesso DNA?

JH: Il mio aspetto è preso completamente dal DNA di mio padre. Non ci faccio molto caso, ma molte persone che mi stanno intorno me lo fanno notare. Porto la personalità di mia madre. Molto precisa, calma e, se posso dirlo, attenta a molte cose. (Trova un fazzoletto stropicciato sul tavolo) Non è una buona cosa (ride). Fra i membri, credo di essere molto più simile a Jimin. Il motivo del perché andiamo molto d’accordo come compagni di stanza è perché stiamo bene insieme. Siamo entrambi il tipo di persona che porta dentro i propri pensieri, ma parlandone insieme scarica lo stress.

Parola chiave: 別れ道(un bivio, separazione)

D: Quando fronteggi degli incroci e affronti delle decisioni, che cosa valuti?

JH: Scegliere il cammino che più mi si addice, e che mi assomiglia. Ascolto anche cosa hanno gli altri da dire a riguardo, prendo appunti mentali sulle parti positive, e riparo quel che c’è da riparare. Mentre stavo producendo il mio mixtape, ho ricevuto molti consigli da RM e ho migliorato il mio mixtape. Quando fronteggio degli incroci seri, prendo le mie decisioni dopo averci riflettuto su per molto tempo, in modo da essere soddisfatto del risultato qualunque esso sia. Ma spesso vado a braccio quando devo prendere piccole decisioni, come scegliere cosa mettermi, perciò a volte faccio scelte rammaricanti. Ieri ho fatto la notte in bianco per lavorare su delle cose… Avrei dovuto dormire (ride).

5

Parola chiave: Spring Day

D: A cosa pensi quando senti le parole “Spring Day”?

JH: L’immagine che mi viene in mente è una scena con dei fiori di ciliegio. Non posso andare tranquillamente a vedere i fiori di ciliegio, ma sento il mio cuore battere ogni volta che vedo i fiori in piena fioritura dalla finestra mentre siamo di passaggio. I fiori di ciliegio sono fiori che evocano molte emozioni diverse. Quando sono in fioritura, pensi “è arrivata la primavera” e il tuo cuore si scalda, ma quando appassiscono il tuo cuore si sente solo. La mia stagione preferita non è la primavera, ma l’inverno che porta con sé il Natale. Anche quando dobbiamo lavorare a Natale, sono felice del fatto che possiamo esibirci, e aspetto con ansia la festosità che avvolge le strade. Inoltre, il mio compleanno cade d’inverno (ride).

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (©Lilac)

 

Esploriamo il cibo con i BTS!

Esploriamo il cibo con i BTS!

J-Hope e Jimin dei BTS, il gruppo che attualmente ha maggior impatto nella scena del K-Pop, esploreranno il cibo delle foto di cui tutti parlano.
Hanno scelto lo zucchero filato, i cicchetti di biscotto*, e una crostatina. Hanno tutta l’attenzione rivolta verso di loro in quanto i due membri mostrano il loro stile e il loro modo di mangiare.

Cattura

I BTS sono un gruppo hip hop formato da 7 membri, che ha debuttato in Corea il 13/06/2013. Lo scorso anno hanno portato a casa tutti i premi musicali coreani, e hanno in piano di rilasciare il loro terzo album interamente in giapponese ‘Face Yourself’ il 4 Aprile (Mercoledì). Hanno anche in piano di effettuare un fanmeeting nell’arena di Yokohama e nella Osakajo Hall. I BTS stanno crescendo anche in Giappone.

Questa volta J-Hope e Jimin dei BTS esploreranno il cibo che vedete in foto, che hanno avuto grande riscontro ad Harajuku e Aoyama. Prima però, abbiamo chiesto loro quando mangiano i dessert solitamente.

~~~

Q. Quando mangiate i dessert solitamente?

J-Hope: Mangio dessert quando sono esausto.

Jimin: I dessert non sono più buoni quando sei di buon umore? Quando sei stanco i cibi piccanti sono meglio di quelli dolci.

J-Hope: Abbiamo gusti un po’ diversi!

Jimin: Siamo diversi ma quando J-Hope mangia, mangio dolci insieme a lui.

J-Hope: Mangiamo insieme allora!

Jimin: Sì!

Ora inizieranno ad assaggiare i dolci!

~~~

Che dolce ~ L’enorme zucchero filato diventato così di tendenza ad Harajuku!

Cattura.PNG
Lo zucchero filato arcobaleno di TOTTI CANDY FACTORY, 900 yen

Cattura.PNG
Appena visto、i due non sono riusciti a nascondere lo stupore davanti ai colori e alla sua grandezza.

JH: Wow, è fantastico.

JM: E’ zucchero filato?

E’ il famoso enorme zucchero filato di Harajuku! E’ buono?

Cattura.PNG
Come potete vedere, è molto più grande della faccia di Jimin!

Cattura.PNG
Jimin dà un piccolo assaggio.

JM: E’ molto dolce ~

JH: Davvero? Allora lo assaggio anch’io.

Cattura.PNG

JH: E’ buono, ma non sento molto il sapore… ahahah

Ogni colore ha un particolare gusto, viola è all’uva, blu è al Blue Hawaii e il rosa è alla fragola. 

Cattura.PNG
E’ un nuovo metodo per mangiare lo zucchero filato, JHope?

Cattura.PNG
Ecco la perfetta combinazione tra zucchero filato e BTS!

~~~

L’assaggio dei BTS dei cicchetti di biscotto

Cattura.PNG
Cicchetti di biscotto di Dominique Ansel, 1512 yen

Cattura.PNG
I due bevono il latte alla vaniglia in silenzio…

J-Hope: Che carino! Cos’è?

È un cicchetto di biscotto. È un biscotto a forma di bicchiere, ci versi del latte alla vaniglia e lo mangi.

J-Hope: Ok, allora verso subito il latte alla vaniglia!

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Accanto a Jhope, che sta mangiando voracemente, Jimin ci mostrerà le sue abilità.

Cattura.PNG

Cattura.PNG
“Waaaaa!!” ha urlato Jimin, mostrando le sue abilità. Anche Jhope ne è rimasto colpito ahahah.

Siamo pronti! I due hanno finito di versare il latte alla vaniglia nella cialda, e ora la assaggeranno!

Cattura.PNG

 

JH: A berlo non è troppo dolce, ahahah

Cattura.PNG

Cattura.PNG

JH:  Il latte è dolce, non è latte normale!

Nel latte è stata aggiunta bacca di Vaniglia. Puoi mangiare anche la cialda!

Cattura.PNG

Jimin: La cialda sa di cioccolato!

J-Hope: Se unisci il latte alla vaniglia e il biscotto, ottieni un sapore di latte al cioccolato! Mi piace davvero tanto il sapore di questo latte alla vaniglia. Me lo voglio portare in Corea al mio ritorno, ahahah.

~~~

La shockante fragola bianca! Una torta dolce e rinfrescante, di cui diventerai presto dipendente!

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

J-Hope: Ho già mangiato un pezzo di torta in questo negozio. E’ una famosa pasticceria, vero? Sono fragole bianche?

Sì. Jimin, conosci le fragole bianche?

Jimin: Eh? Fragole bianche? È la prima volta che le vedo.

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

JM: La fragola è fresca e la crostata è davvero dolce!

Cattura.PNG

J-Hope: Era veramente buona. Mi piacciono i dessert freschi e i dolci che contengono la frutta, come questa crostatina. E amo anche la crema ganache.

Jimin: Anche io la amo!

Cattura.PNG

Cattura.PNG

Cattura.PNG

~~~

Parliamo del nuovo album “Face Yourself”

Cattura.PNG

Q. C’è stato qualche episodio memorabile mentre stavate lavorando (all’album)?

J-Hope: Mentre stavo registrando ho mangiato molte cose dolci! Lo staff ne ha preparati diversi. Grazie a quelli, sono stato in grado di riacquistare le energie, finire le registrazioni e completare un album fantastico.

Jimin: C’è stata una canzone che aveva un tono davvero alto ed era difficile da registrare. E’ uno dei ricordi che ho delle registrazioni.

Cattura.PNG

Q. C’è una canzone che preferite particolarmente?

J-Hope: Per ora è ‘Spring Day’. Ovviamente è perché siamo in primavera, ma col passare del tempo, penso spesso a quanto sia davvero una bella canzone. Sia la versione coreana sia quella giapponese hanno un bellissimo testo, non trovi?

Jimin: Mi piacciono tutte! È un po’ strano detta da me, ma la musica dei BTS è davvero la migliore! La consiglierei a tutti in tutta sicurezza.

Cattura.PNG

Q. In quali situazioni vorreste si ascoltasse l’album?

J-Hope: Penso che ‘Crystal Snow’ sia perfetta per quando fa freddo. Credo ci si possa godere l’inverno ascoltando ‘Crystal Snow’, in particolare quando nevica.

Jimin: Pensando a noi, vorrei ascoltaste tutte le nostre canzoni; ascoltate ‘MIC Drop’ quando volete caricarvi, ‘Spring Day’ quando vi sentite bene, ‘Crystal Snow’ quando siete tristi, potrebbe farvi bene.

Cattura.PNG

Q. Per chi non è fan, quale canzone consigliereste di ascoltare?

J-Hope: Una sola canzone? È difficile scegliere…

Jimin: Penso sia meglio ascoltare le canzoni dell’album dall’inizio fino alla fine. Mi piacerebbero sicuramente i BTS se li ascoltassi fino alla fine!

Cattura.PNG

J-Hope: Come c’era da aspettarsi, Jimin! Dopotutto lo stile dei BTS è…

Jimin: MIC Drop!

J-Hope: Esatto~! Davvero! Credo che riesca ad arrivare tutta l’energia della canzone, perciò mi piacerebbe ascoltare ‘MIC Drop’ e sentire la nostra energia.

~~~

Cattura.PNG

*T/N: i cicchetti di biscotto e cioccolato sono simili a dei piccoli bicchierini, ci si versa il latte e lo si beve.

 

Traduzione italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia. Prendere solo con crediti.

Il nostro segreto? La sincerità e il talento, non i social

L’anno in cui abbiamo creduto che la scelta di diventare cantanti fosse giusta … Ansia e solitudine il nostro eterno studio…”

bts_5

(Yonhap news) Sono in quell’età in cui non importa quanto mangino, sono sempre affamati. Alle 17.00 mentre stavano facendo uno spuntino pomeridiano con patatine e biscotti si sono dimostrati essere dei gran mangioni. Per questi ragazzi, che si impegnano a suddividere i loro numerosi impegni, è arrivato il momento di provare quella nostalgia di casa e della cucina dei loro genitori, venuta a mancare con il raggiungimento del loro grande successo.

“A differenza di Jin che vive a Seul, Jimin e Jungkook abitano e Busan e se riescono gli capita di mangiare a casa una o due volte l’anno”.

Siamo riusciti ad incontrare i BTS, le celebrità quasi impossibili da incontrare se paragonate agli altri personaggi famosi di questi tempi.

I ragazzi hanno avuto un intero anno occupato da numerosi impegni “Di solito dormiamo circa sei, sette ore al giorno. Tranne V e Jin che vanno a dormire leggermente più tardi perché giocano ai videogames.” Ad ogni domanda che gli viene rivolta i ragazzi non rispondono mai in modo superficiale, neanche alle domande più semplici.

Con il loro ultimo album, “Love Yourself: Her” e il singolo “MIC Drop Remix”, hanno raggiunto le più alte posizioni ai Billboard americani, hanno venduto più di 1,5 milioni di album guardando i risultati della Gaon Chart, e hanno ricevuto diversi Daesang da numerosi e differenti Show di premiazione. I BTS hanno visto una crescita spaventosa in questo ultimo anno, diventando “l’imbattibile” gruppo cha ha attribuito ancora più importanza alla storia del K-Pop come avevano già fatto Seo Taiji and Boys, H.O.T , DBSK e Psy.

Durante l’intervista di un’ora i membri hanno detto “Questo è l’anno in cui abbiamo avuto molte preoccupazioni, che ci hanno accompagnato anche agli inizi di questo nuovo anno .” Hanno parlato dei loro sentimenti più profondi e nascosti, ripetendo continuamente la parola “onestamente” e guidando la nostra conversazione attraverso il racconto dei momenti delle loro conquiste, dei momenti di ansia e solitudine e raccontando come gestiscono le loro battaglie interiori.

Qui di seguito potrete leggere una ad una le nostre interviste esclusive con i BTS.

D: Molte persone potrebbero immedesimarsi nel testo di MIC Drop, e proprio come dice il testo avete avuto un anno “pieno di trofei”.

DKSDByLUQAA2Ejy

J-Hope: Quest’anno per la prima volta mi sono sentito veramente fiero di me stesso e riconosco che abbiamo raggiunto grandi traguardi. Ed è tutto grazie ai nostri fan che ci hanno incoraggiato e ci hanno trasmesso tutta la loro energia.

Jungkook: Non mi ricordo di essermi sentito nervoso né all’ “Ellen DeGeneres Show” della NBC né ai music award, questo perché mi sono fidato dei nostri fan. In quel momento è stato quando ho capito di aver fatto la scelta giusta nel decidere di diventare un cantante.

Jin: Hmmmmmm penso di essere diventato più bello. Penso i nostri fan lo capiranno dato che l’ho detto spesso per un po’ di anni. Haha. È stato un anno in cui abbiamo comunicato molto con i nostri fan. Abbiamo offerto una grande varietà di contenuti e siccome siamo riusciti a comunicare con i nostri fan attraverso diversi canali siamo riusciti ad ottenere grandi cose.

D: Molte industrie hanno analizzato la chiave del successo dei BTS e il loro valore economico. In politica è stato persino fatto uno studio sul vostro modo di comunicare. Il tutto si è ridotto a musica raffinata, messaggi in cui molti giovani possono immedesimarsi, coreografie sincronizzate e un comunicazione amichevole attraverso i social media . Cosa ne pensate a riguardo?

RM: Ci è stata rivolta questa domanda numerose volte, e io ho risposto probabilmente 200 volte ormai. Dato che ho già risposto molte volte a questa domanda i miei pensieri sono cambiati, hanno preso una forma e questa è la mia ultima versione. Io ringrazio sinceramente Bang Sihyuk PD nim per aver previsto tutto questo. Abbiamo iniziato come un gruppo hip-hop e Bang PD nim disse che avremmo dovuto essere un gruppo che doveva affrontare argomenti che dovevano essere ascoltati dalla società. Eravamo noi rapper che potevamo effettivamente realizzare il progetto e potevamo contare su membri con delle grandi abilità nelle esibizioni. Penso che la parola chiave del successo dei BTS sia “Sincerità + le nostre capacità”. La sincerità può essere vista attraverso gli occhi del pubblico, ma le persone si focalizzano solo sul fatto che utilizziamo i social media per comunicare. La cosa più importante è che, dato che siamo dei cantati, la qualità delle nostre esibizioni deve sempre essere buona, non importa cosa. Abbiamo sempre avuto questa qualità. L’abbiamo unita con la nostra sincerità con i messaggi e abbiamo continuato a comunicare. Attraverso questo viaggio Bang PD nim ci ha supervisionati e si è fidato abbastanza da supportarci. Ci ha dato libertà. Proprio come dei giocatori ci siamo dovuti prendere delle responsabilità e abbiamo dovuto “correre il rischio” ottenendo molto in cambio. Il lavoro fatto con la nostra compagnia è stato cinquanta e cinquanta, abbiamo contribuito molto entrambi. Sento come se noi fossimo il modello ideale a cui le società e gli artisti si rivolgono per diventare soci d’affari.

Suga: Ci ho pensato molto anche io dato che ero il primo ad essere curioso. Non è una cosa che può essere descritta solo con una parola. Penso che qualcuno avrebbe dovuto farlo, ma nessuno si è mai occupato di raccontarne la storia, penso che siamo partiti tutti da quel punto. Mi è capitato ultimamente di pensare “Come facevo musica prima?” e ho iniziato a rifletterci. E’ vero, sin dall’inizio Bang PD nim è sempre stato così. Una volta si sedette nel suo piccolo studio e ci chiese “Di cosa volete parlare? Pensate alla tematica in questo tempo (che avete a disposizione N.d.T.).” Noi pensammo “Tutti dovrebbero rispettare i gusti altrui.” “Perché non c’è nessuno che parla della scuola e della società in termini generali?”. È abbastanza deludente quando le persone sono convinte che il nostro successo dipenda tutto dai social media. Kim Sang-Min che è stato presentatore per il nostro Muster Fan Meeting si è complimentato con noi in un podcast dicendo “I BTS non solo hanno fatto bene, ma si sono impegnati e hanno lavorato duramente. Nessuno può vincere coloro che lavorano sodo.” Quando l’ho sentito ho pensato “Penso che abbia percepito e recepito davvero ciò che abbiamo fatto.” Mi sono sentito veramente toccato nel pensare che ci siano voluti cinque anni perché qualcuno ci riconoscesse il merito del nostro successo così come ha fatto lui.

D: Sembra che lo scorso anno voi siate stati una “macchina dei record”. Quelli più significativi sono stati il vostro record ai Billboard e la vendita dei vostri album. Quale vi ha toccato di più?

RM: Quando ci siamo posizionati ventottesimi non appena siamo entrati nella Billboard HOT 100 con MIC Drop Remix. L’HOT 100 è un titolo che ho visto sin da piccolo quindi classificarsi è stato veramente scioccante. Di solito, quando sei tra le prime 40 posizioni della HOT 100 viene considerato un successo, ma il fatto che siamo riusciti a classificarci nella Top 30 è qualcosa di fenomenale.

J-Hope: Il numero di album venduti. Mi ha impressionato molto sapere che l’album su cui abbiamo lavorato tanto duramente abbia venduto tanto.

Suga: In verità non rimango particolarmente colpito dai record o dai numeri. Sono accadute molte cose lo scorso anno, ma mi è rimasto impresso l’essere sul palco degli AMAs. Dato che lo show non è mai andato in onda in Corea ho cercato su internet e l’ho riguardato. L’essere apparsi nello show è stata un’esperienza veramente emozionante, ma l’esserci esibiti prima di Diana Ross che ha ricevuto un premio alla carriera è qualcosa che ancora non riesco a concepire.

2017112202068_0

D: La risposta specialmente negli Stati Uniti è stata davvero calorosa. I fan locali si sono impegnati in una campagna per le stazioni radio per richiedere delle canzoni da trasmettere e hanno contribuito nel classificare la vostra canzoni ai Billboard. In più  “MIC Drop” è rimasta nella HOT 100 per otto settimane consecutive e “Love Yourself” è rimasta nella Billboard 200 per 15 settimane. La vostra popolarità non ha fine. Per cosa i vostri fan locali hanno mostrato una maggiore risposta?

Suga: Non c’è un gran differenza, quando si parla di mostrare il loro amore, tra i fan coreani e quelli americani. Se dovessi scegliere proprio una cosa sola direi che amano vederci interagire insieme. Siccome siamo sempre stati insieme, non importa cosa facessimo, credo li abbia colpiti molto.

RM: Ultimamente fan è anche il pubblico che si gode ciò che abbiamo da offrire. Penso che la ragione per cui siano diventati nostri “fan sfegatati” sia perché riescono a cogliere quelle differenze, non facilmente individuabili dal grande pubblico, e riescono a distinguerle. La chimica che c’è tra i membri, i nostri messaggi sinceri, la musica e la qualità delle esibizioni, loro riescono a sentire e ad apprezzare tutto attraverso i backstage e le performance. È diventata la nostra più grande arma. Questo supera le barriere linguistiche e li motiva a fare richiesta alle stazioni radio delle nostre canzoni.

D: Ragazzi, voi siete apparsi nei tre migliori talk show americani. Vorreste condividere qualche episodio del dietro le quinte?

V: Il momento più indimenticabile è stato quando ci hanno chiesto “Perché i vostri fan sono così appassionati? Come vi siete guadagnati questi fantastici fan?” Poi RM ha risposto dato che lui e l’unico a parlare inglese fluentemente.

RM: Ci era stato programmato di apparire in tre diversi talk show e le interviste erano state programmate per essere molto brevi, ma come la produzione del talk show ha notato la grande risposta dei nostri fan e non appena ha sentito la loro “fan chant”, sono stati aggiunti immediatamente dei giochi e un segmento dove si sarebbe svolta un’intervista con il presentatore. All’inizio non era prevista la chiacchierata all’Ellen Show, ma quando Ellen ha visto i nostri fan ha detto “Non esiste! Dobbiamo fare qualcosa di più.” Quindi il segmento per la conversazione è stato aggiunto. È il potere degli ARMY.

Jin: Dato che tutti desideravamo dire qualcosa, abbiamo imparato nuove parole e frasi ad impatto dal nostro interprete Hyung-nim e li abbiamo memorizzati. Ciònonostante siccome non capivamo la maggior parte delle domande, non abbiamo potuto rispondere. V si è esercitato tutta la notte per rispondere a le domande che avrebbe voluto gli chiedessero, ma non gli sono mai state rivolte. Che carino.

V: (Dato che stava guardando il promemoria sul suo telefono con le risposte) Mi sono memorizzato tutte le risposte che erano legate a possibili domande sulle nostre esibizioni, ma Ellen non ha chiesto le domande che ci aspettavamo. Il nostro interprete Hyung-nim aveva persino detto “Queste sono le domande che vengono più frequentemente chieste …” (ride)

D: Fin dal 2013, voi raccontate dei sogni e della realtà dei giovani. Nella sua mixtape, Suga parlava della sensazione di distaccamento durante i giorni in cui lavoravate per diventare star. La realtà, la depressione, la pressione che sentivi dentro. Se ti guardi alle spalle, come hai vinto la tua ansia e a questo punto, quale diresti sia il tuo sogno?

Suga: Penso che ansia e solitudine siano compagni che ti seguono per tutta la vita. Come le ho vinte ha grande importanza per me, ma è qualcosa che devo studiare all’infinito.

I nostri sentimenti sono diversi per ogni situazione, per ogni istante, e la vita è semplicemente l’insieme di ciò per cui ti preoccupi in ogni momento. Attraverso questo articolo, voglio dire a tutti “Sono ansioso quanto lo siete voi, e anche voi lo siete. Per cui dobbiamo studiare insieme un modo per trovare la strada.” Non c’è mai stato un momento in cui non avessi un sogno, e li ho raggiunti tutti. Quando ero trainee, il mio sogno era diventare un cantante per creare la mia musica. Quando ho debuttato, sognavo di essere al primo posto nelle classifiche. Quando siamo arrivati al 1# posto, desideravo ricevere un Daesang e debuttare in Giappone e negli Stati Uniti. A dir la verità, Billboard e gli AMAs erano qualcosa che non mi sarei neanche mai immaginato, ma ce l’abbiamo fatta. Al momento, il mio desiderio non è più così ben definito come lo era in passato.

Di recente però ho cambiato un po’ modo di pensare e ho riflettuto sul fatto che la felicità e il sentirsi importante come essere umano sono altrettanto significativi (del raggiungere una meta), e in quel campo ho ancora molta strada da fare. Abbiamo ottenuto tantissimo come musicisti, e l’anno scorso è stata davvero la svolta per noi. Ho solo 26 anni, e anche se dal mio debutto nella musica sono passati più di 10 anni, è qualcosa che ho intenzione di continuare a fare ancora a lungo. L’inizio di quest’anno è stato un momento che mi ha fatto riflettere molto.

RM: Credo che l’essere umano sia programmato per sentire contemporaneamente due emozioni. Questo fa sì che l’uomo sia colui che crea, ma anche la motivazione che lo spinge a conquistare i mondi altrui. Ami una persona, ma pensi a dirle addio. Quando ti sembra di avercela fatta, allo stesso tempo pensi al fallimento e alla caduta. E’ nel nostro DNA. Come ha detto Suga, l’ansia è come un’ombra. Per spiegare un po’ il mio discorso: mio padre ha lavorato in una compagnia per 25 anni, e ha gli acufeni. Non ha sintomi quando si concentra sul suo lavoro o se sta facendo una cosa che gli piace. Tuttavia, quand’è sotto stress o se ha dei dispiaceri, i sintomi ritornano e gli rendono difficile anche vivere in maniera normale. Quando l’ansia diventa l’acufene di una persona cresce con lei, e quando si fa sera, l’ombra si allunga. Pertanto, non posso dire di aver superato queste due emozioni che si trovano sull’altra faccia del mio cuore. Tutti gli esseri umani portano inevitabilmente dentro di sé oscurità e sofferenza. Per questo abbiamo bisogno del nostro angolo felice. Per me, l’unica cosa significativa era la musica. Sono stato così fortunato da sceglierla, da lavorare con grandi amici, e raggiungere molti traguardi sia di carriera che finanziari. Mi sono creato degli angolini felici per fare pace con la mia ansia. Colleziono statuette, compro i vestiti che mi piacciono, mi piace guardare come vive la gente nei posti che non conosco. Se prendo l’autobus e vado in giro per città che non mi sono familiari mi sembra di non essere così distante dal mondo. Diventa un’opportunità per accorciare le distanze. E mi aiuta a disperdere l’ansia.

D: Se guardiamo i testi in cui sono infuse le vostre esperienze, mi pare di intravedere molti momenti difficili?

Jin: Io sono il tipo di persona che evita questi momenti, per cui mi creo una vita alternativa giocando ai videogames. Quando gioco, vivo come come un me stesso diverso, con una personalità totalmente diversa. Ho iniziato a giocare di recente, e per caso ho ritrovato amici con cui giocavo 10 anni fa. Ovvio, non li ho mai conosciuti di persona, e li conosco solo con il loro ID perchè sono amici online. Però sono stato comunque felice di ritrovarli. Mi ha riportato con il pensiero a quei tempi.

Jimin: Forse il momento in cui mi sento più stanco e solo è adesso. Abbiamo detto che questo è il nostro momento più felice, ma se penso che quando ci sarà un momento duro non avrò con me la mia famiglia e i miei amici a comprendermi, mi sento molto solo.

Un po’ di tempo fa ho ascoltato le nostre vecchie canzoni e ho guardato i live dei nostri concerti, e questo mi ha fatto sentire meglio.

img_2153

Articolo originale: Naver

Inglese: @glitter_jk @sugafull27

Traduzione italiana a cura di Rebi e Bipolica per Bangtan Sonyeondan – BTS Italia | @btsitalia_twt
Preghiamo di prendere solo con i crediti.