Crea sito

[TRAD ITA] Un ricercatore dell’arte e della cultura coreana scompone le coreografie dei BTS

2021.02.15
 
 
Le esibizioni nell’era della globalizzazione sono un prodotto culturale di derivazione ibrida. In tempi moderni, in cui i confini geografici tra le culture sono sfumati, creazioni interculturali che assumono nuove forme tramite la combinazione o l’armonizzazione di culture diverse diventano inevitabili. A tal fine, le coreografie dei BTS sono degne di nota per il fenomeno che hanno creato nell’industria musicale. Essi trasmettono dei messaggi attraverso la loro musica e i loro testi, svelano emozioni attraverso le loro danze, svincolati da qualsiasi barriera linguistica o geografica.
 
Ad esempio, nella coreografia di “Blood Sweat & Tears”, il movimento destra-sinistra-su-giù è molto simile ad un passo del ‘sabangchigi’, un danza tradizionale coreana. Il ‘sabangchigi’ è una struttura estetica della danza coreana eseguita passo dopo passo secondo i principi che ne guidano i movimenti. Il passo più semplice rappresenta un’interazione tra il cielo e la terra; il significato dell’umanità può essere spiegato dal flusso del ‘chi’ che interagisce con il cielo, la terra e tutto ciò che vi si trova in mezzo. Quando questo accade, gli esseri umani sono in comunione con il cielo e la terra e diventano un microcosmo di interazione con il Sole e la Luna. Non possiamo sapere se i BTS avessero il ‘sabangchigi’ in mente quando hanno realizzato la loro coreografia di “Blood Sweat & Tears”, ma quel che è certo è che il ‘sabangchigi’ ha a lungo aggiunto uno stile e una tecnica palpabili alla cultura della danza coreana ed è molto familiare ai coreani. Pertanto, mosse che lo richiamino possono essere facilmente trovate in tutto il catalogo di coreografie K-pop, e quando questi elementi familiari della tradizione coreana si fondono con le coreografie K-pop, quei movimenti da essere ordinari assumono nuovi significati.
 
“Boy With Luv” stupisce per motivi simili. Tra i vari passi di danza della canzone, c’è un movimento rotatorio in cui uno dei membri rimane fermo al centro e gli altri si abbassano e gli girano intorno. Il movimento di questa coreografia è molto simile ai piegamenti tipici di ‘Ganggangsullae’, un ballo tradizionale, e sebbene i movimenti nella rotazione siano differenti, la formazione è un chiaro richiamo alla tradizione nel ricorso a movenze semplici per esprimere allegria. Per dargli una definizione, ricorrendo alle ipotesi sulle origini delle ballate popolari, con il termine ‘Ganggangsullae’ si indica il suono di un gruppo di persone che danzano in cerchio, o il suono prodotto da persone riunite in un cerchio in preghiera, che tenendosi per mano ballano insieme. Nel Ganggansullae, i numerosi ballerini che formano il cerchio si piegano per rendere maggiormente visibile i movimenti del ballerino solista che si esibisce al centro, e al quale loro ruotano attorno. I balli in cui gli artisti circondando una persona sono molto popolari in Corea, anche oltre al famoso Ganggasullae.
 
Questo tipo di coreografia eseguita dai BTS è prova di un importante fenomeno che si sta diffondendo in tutto il mondo. I BTS uniscono vari generi armonizzandoli ad altre caratteristiche culturali e creando così nuove idee, nate dall’integrazione di elementi appartenenti alla loro cultura e quelli di altre. Nel suo assolo in “Spring Day”, Jimin solleva i piedi verso il cielo proporzionalmente alla forza che poi usa per tirare a sé le gambe. Il modo in cui sposta il suo centro di gravità e i movimenti che collegano le braccia ad ogni passo mosso sono estremamente simili a quelli che potremmo osservare sia nella danza moderna, che in quella interpretativa coreana. In altre parole, è possibile notare come Jimin sia fortemente influenzato dai suoi studi di danza e come li combini alla sensibilità del brano k-pop, così da sbloccare nuovi, possibili scenari. Secondo Patrice Pavis, accademico francese specializzato in teatro e scambi culturali, “Quando nel corpo si accumulano esperienze di espansione dei propri confini culturali (in altre parole, quando si entra in contatto con nuove culture) c’è un aumento nella sperimentazione”. Allo stesso modo, i BTS sono entrati a far parte del mondo K-pop con corpi già specializzati in ciò che costituiva il loro bagaglio culturale, tra cui diversi tipi di musica pop dei giorni d’oggi e danza coreana, permettendo così l’espansione del loro background culturale e di quello di coloro che li osservano. Questo è solo uno dei trend culturali che possiamo osservare su internet, mentre le persone di tutto il mondo si interconnettono. I BTS sono il prodotto di un’era in cui culture diverse interagiscono senza che una prevalga davvero sull’altra. Piuttosto, ogni cultura mantiene le sue caratteristiche uniche. Essendo uno studioso di cultura e arte coreana, sono positivamente colpito da come lo stile tipicamente coreano si adatti in maniera così naturale alla direzione che questa nuova era sta seguendo.
 
Traduzione a cura di BTS ITALIA | @BTSItalia_twt (Mary, Rebecca, Bea). Prendere con crediti.
Articolo Weverse. Crediti: 글. Youngin Jo (Korea Culture and Art Society)